Giacomo e l’insopportabile reflusso gastro-esofageo

Reflusso gastro-esofageo: Giacomo è un uomo di 42 anni e fa il rappresentante per una ditta di cosmetici; ha alle spalle anni di matrimonio burrascosi culminati in un divorzio abbastanza contrastato con conseguente vita da single e scarse opportunità di poter vedere i figli; questa situazione ha determinato in lui uno stato di perenne nervosismo che alla fine è sfociato in rilevanti problemi digestivi con gonfiore allo stomaco accompagnato da forti dolori e acidità gastrica di una certa entità con risalita nell’esofago. L’esame gastroscopico ha rivelato una gastrite abbastanza rilevante con esofagite da reflusso però senza Helycobacter pylori. Il suo medico gli ha prescritto una terapia a base di lansoprazolo e antiacidi che ha adottato per due anni di seguito senza ottenere risultati di rilievo.

reflusso gastro-esofageo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il mio consiglio per il reflusso gastro-esofageo? Il Ganoderma lucidum

Alla fine, stanco di prendere farmaci senza avere nessun esito positivo e preoccupato degli eventuali effetti collaterali, ha deciso di affidarsi ai rimedi naturali e per questo si è rivolto a me. Mi parla dei suoi problemi familiari, delle cause che, secondo lui, hanno determinato la sua acidità gastrica e i motivi che lo hanno indotto ad interrompere la terapia farmacologica e a rivolgersi ai rimedi naturali. Io lo ascolto con molta attenzione, gli consiglio innanzitutto di adottare una dieta la più equilibrata possibile e basata soprattutto su frutta e verdura e nello stesso tempo di affidarsi alla micoterapia e di assumere in particolare il Ganoderma lucidum, il Cordyceps e l’Hericium.

 

reflusso-2

 

 

 

 

 

 

 

Il Ganoderma lucidum, nel suo caso, è importante perché svolge una rilevante azione antinfiammatoria sullo stomaco e sull’esofago, migliora la motilità gastrica e intestinale e quindi la digestione e inoltre ha un rilevante effetto antistress. Il Cordyceps dà tono alla muscolatura dello stomaco e al cardias, cioè la valvola che sta all’imbocco tra esofago e stomaco e che impedisce il reflusso gastro-esofageo, facendo in modo quindi che l’acido gastrico non passi nell’esofago. L’Hericium è importante nel migliorare la digestione e nel ridurre il gonfiore dello stomaco.

Il ganoderma lucidum vince il reflusso gastro-esofageo di Giacomo

reflusso gastro-esofageo

 

 

 

 

 

 

 

 

Giacomo, ascoltata la mia spiegazione, si rende conto che la micoterapia potrebbe essere la soluzione migliore per guarire da quella fastidiosa acidità e decide di seguire i miei consigli. Già dopo una settimana si accorge che la situazione inizia a migliorare, digerisce meglio, avverte di meno il gonfiore allo stomaco e anche l’acidità gli dà meno fastidio. Lo rivedo dopo un mese ed è veramente contento, si vede che è più tranquillo e più rilassato, mi dice che adesso non avverte più quei disturbi allo stomaco e all’esofago e che, soprattutto, sta riacquistando di nuovo quella fiducia nella vita che ormai pensava di aver perduto per sempre. Non fa altro che ringraziarmi, ma io gli dico che non deve ringraziare me, ma deve ringraziare la micoterapia e soprattutto il Ganoderma lucidum.

Clicca qui per vedere gli altri articoli sulle piante curative

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.