Caratteristiche della senna

Senna: la senna (Cassia angustfolia) è una pianta della famiglia delle Fabaceae. È una pianta erbacea che può presentarsi anche sotto forma di piccolo arbusto, ha foglie di colore verde-giallastro e di forma allungata, i fiori sono di colore giallo e i frutti neri, appiattiti e allungati. I principi attivi della pianta sono presenti soprattutto nelle foglie e nei frutti  e sono dati da glucosidi idrossiantracenici (sennoside A e B), mucillagini e tartrati.

senna

 

 

 

 

 

 

 

Proprietà della senna

Le principali proprietà di questa pianta sono date dalle sue notevoli capacità di migliorare la motilità intestinale, quindi è particolarmente indicata in presenza di stitichezza o “sindrome dell’intestino pigro”, queste proprietà le vengono conferite dai suoi particolari principi attivi, cioè i glucosidi antrachinonici o sennosidi A e B che agiscono a livello del tratto gastrointestinale regolarizzando il transito del cibo e quindi consentendo la ripresa dell’attività intestinale, migliorando l’evacuazione. A seconda delle dosi la senna può diventare un potente lassativo, un antielmintico o un febbrifugo. È indicata pure in caso di emorroidi, ragadi anali e per l’eliminazione di eventuali mezzi di contrasto presenti nell’intestino usati per gli esami radiologici.

Modalità d’uso della senna

senna 2

 

 

 

 

 

 

 

La senna può essere utilizzata sotto forma di estratto fluido assumendone fino a venti gocce per due volte al giorno. Può essere usata anche come infuso da assumere la sera prima di andare a letto. Una maggiore efficacia e una maggiore sicurezza si possono avere da un preparato approntato lasciando macerare la senna per circa 10-12 ore in acqua a temperatura ambiente. È importante utilizzare la senna solo in caso di stipsi occasionale e non assumerla per più di dieci giorni consecutivamente.

Controindicazioni ed effetti collaterali della senna

senna 3

 

 

 

 

 

 

 

Gli antrachinoni presenti in questa pianta hanno la caratteristica di irritare la mucosa intestinale e quindi non consentono di utilizzarla in caso di sindrome del colon irritabile, di occlusioni intestinali, di irritazioni intestinali, di stipsi cronica, stipsi spastica, stenosi rettale, colite ulcerosa, appendicite, dolori addominali e Morbo di Crohn. Se ne sconsiglia l’assunzione per i bambini al di sotto dei 12 anni.

Clicca qui per vedere gli altri articoli sulle piante curative

Naturopata Guglielmo Carbone      

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

Diploma

Attestato

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.