Università Popolare di Scienze della Salute, Psicologiche e Sociali

(Uni.Psi)

Corso Triennale in Scienze Naturopatiche (Modulo 2)

Argomento esame: lezione 5                 Allievo: Guglielmo Carbone

 

Commentare in estrema sintesi (massimo mezza pagina) il significato della terapia cranio-sacrale secondo il manuale allegato in e-book.

cranio

 

 

 

 

 

 

La terapia cranio-sacrale si basa essenzialmente su una tecnica di massaggio che prevede un tocco leggero del terapeuta sulle ossa del cranio e sulla colonna vertebrale del paziente al fine di individuare il ritmo cranio-sacrale e operare una stimolazione su di esso. Il ritmo o respirazione cranio-sacrale è dato da piccoli movimenti cadenzati delle ossa craniche in seguito al passaggio del liquido cerebro-spinale all’interno della dura madre. Il massaggio cranio-sacrale agirebbe sui movimenti delle ossa del cranio regolando il passaggio del liquor, questo evento determinerebbe l’instaurarsi di processi che coinvolgerebbero tutto l’organismo non soltanto nella sua componente fisica, ma anche in quella mentale e spirituale procurando un notevole grado di benessere a tutti i livelli.

Naturalmente tutto quanto appena detto non è mai stato dimostrato scientificamente e al di là  del semplice rilassamento o a qualche trascurabile risultato dovuto all’effetto placebo niente mai è stato visto di terapeuticamente valido; tuttavia possiamo anche aggiungere delle azioni a livello neurovegetativo che darebbero un certo grado di benessere passeggero e una maggiore consapevolezza di se  e del proprio corpo, ma da qui a considerarlo un valido sistema terapeutico ce ne corre. In pratica anche qui siamo in presenza di una illusoria tecnica di presunto riequilibrio energetico e come tale può essere apprezzata solo da persone dalle menti deboli e suggestionabili; ed è proprio su queste persone e sul loro bisogno di poter contare su una efficace terapia per i propri mali e alternativa alla medicina tradizionale che gli operatori di questa pratica fanno affidamento propinando loro delle pratiche e degli insegnamenti che non stanno né in cielo e né in terra al solo scopo di fare quanto più quattrini possibile. Infine, per concludere, possiamo dire che la terapia cranio-sacrale potrebbe essere una pratica interessante e di sicura utilità, potrebbe anche avere un certo effetto a livello psicologico e quindi per questo potrebbe assumere una certa importanza come sistema di cura da associare all’intervento medico o psicologico, ma non bisogna mai considerarla una valida pratica terapeutica alternativa alla medicina ufficiale o alla psicologia e in grado di guarire le malattie col suo solo intervento.

Naturopata Guglielmo Carbone       Tel. 320 9323852

Contatti

Email: guglielmocarbone2.0@gmail.com

Diploma

Attestato