Ictus: le sue due forme principali

Ictus: oggi parliamo di ictus e di come fare per riconoscerlo in tempo e potervi porre rimedio.

ictus

 

 

 

 

 

 

 

 

Innanzitutto diciamo che per ictus si intende l’improvvisa comparsa di segni e di sintomi relativi a deficit locale o globale delle funzioni cerebrali la cui causa può essere attribuita a patologie a carico dei vasi cerebrali. L’ictus è una patologia molto grave che se non viene diagnosticata e curata in tempi brevissimi può portare a gravi disabilità se non addirittura a decesso.

L’ictus può essere di tipo ischemico se è conseguente soprattutto all’occlusione di un vaso cerebrale causata da una trombosi o a una embolia, può essere di tipo emorragico se è conseguente a una emorragia intracerebrale di origine non traumatica. In alcuni casi l’attacco di tipo ischemico può essere transitorio e durare solo pochi minuti o qualche ora senza lasciare tracce importanti, in questi casi si parla di attacco ischemico transitorio (TIA) e non di ictus.

L’importanza di saper riconoscere i segni di un ictus

ictus 1

 

 

 

 

 

 

 

L’ictus è una patologia molto frequente e sicuramente molti di noi ne hanno sentito parlare o hanno avuto a che fare con soggetti colpiti da questa patologia, anzi, addirittura molti di noi potrebbero essere testimoni  in futuro di eventi di questo tipo che potrebbero colpire persone a noi vicine. Per questo sarebbe auspicabile che sempre più persone sapessero riconoscere i segni che prefigurano un attacco ischemico al fine di rendere i soccorsi e quindi eventuali provvedimenti terapeutici quanto più rapidi possibili. Molti neurologi sostengono che se si riuscisse ad intervenire almeno entro tre ore dall’attacco le possibilità che l’individuo colpito possa salvarsi e magari senza subire gravi conseguenze sono elevatissime. Per questo è importantissimo saper riconoscere molto rapidamente i segni e i sintomi e diagnosticare in tempi brevi questa patologia.

Le cose da fare per riconoscere un ictus

ictus 2

 

 

 

 

 

 

 

Se una persona accusa dei mancamenti, dei capogiri o delle cadute improvvise e apparentemente senza motivo in molti casi si è portati a non dare importanza a queste cose attribuendo loro un carattere transitorio e occasionale, può darsi invece che siamo in presenza di un attacco di ictus che dopo poco tempo può evolvere con conseguenze veramente gravi. Come facciamo a capire con una certa sicurezza che si tratti veramente di ictus e quindi chiamare i soccorsi nel più breve tempo possibile in modo da poter salvare la persona interessata?

Sono quattro le cose da fare immediatamente:

Chiedere alla persona di sorridere, se si tratta di ictus non ce la farà!

Chiedere alla persona di pronunciare una frase completa, anche semplice come “Oggi è una bella giornata”; anche in questo caso non ce la farà.

Chiedere alla persona di alzare le braccia, non può farlo o può farlo solo parzialmente.

Chiedere alla persona di mostrarvi la lingua, se la lingua è gonfia e riesce a muoverla solo lateralmente, l’ictus può essere in atto.

Se sono presenti almeno uno o più dei segni sopra esposti bisogna chiamare immediatamente il pronto soccorso, descrivere i segni che evidenzia la persona e sollecitare l’intervento di una ambulanza con un medico e le strumentazioni del caso. In questo modo le possibilità che la persona possa essere salvata senza subire molte gravi conseguenze possono risultare molto elevate.

Meglio prevenire l’ictus con il Ganoderma

ictus 3

 

 

 

 

 

 

 

Noi comunque siamo sempre del parere che “prevenire è meglio che curare” e che prevenire un ictus ci mette sempre al riparo da qualsiasi brutta sorpresa che una patologia di questo genere ci può riservare. La migliore forma di prevenzione completamente naturale e quindi senza effetti collaterali e controindicazioni secondo noi consiste nell’assunzione giornaliera di dosi adeguate di Ganoderma lucidum miscelato con bevande calde o in capsule. 

Clicca qui per vedere altri articoli sul Ganoderma lucidum

Naturopata Guglielmo Carbone

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

Diploma

Attestato

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.