La miscela di caffè e di Ganoderma lucidum e il mantenimento di un buono stato di salute

Miscela di caffè e di Ganoderma lucidum: la medicina moderna solo recentemente è arrivata a quella conclusione che è uno dei principi della medicina asiatica, cioè che bisogna dare molta più importanza al mantenere un buono stato di salute. Una delle strade più facili da percorrere non è altro che un fungo che vive sugli alberi frondosi, il Ganoderma lucidum.

reishi 1

 

 

 

 

 

 

 

 

Si tratta di un fungo officinale che, anche se in Cina viene usato da circa quattro millenni, fino a poco tempo fa era raggiungibile solo per i certi sociali più alti. In base alle esperienze ormai millenarie si sa che i suoi preziosi componenti normalizzano i processi del corpo, aiutano l’eliminazione delle tossine e fortificano le difese immunitarie.

Il Ganoderma lucidum in Asia ormai viene usato anche componente delle medicine nella prassi clinica. I risultati straordinari con esso ottenuti nella cura delle malattie tumorali hanno attirato l’attenzione anche della medicina occidentale e le ricerche scientifiche hanno dimostrato leffetto protettivo per il fegato, l’effetto antibatterico e antivirale del Ganoderma e si è visto anche che sono notevoli i risultati ottenuti nel regolare la pressione del sangue, il livello di colesterolo e la glicemia.

Effetti benefici della miscela di caffè e di Ganoderma lucidum

Miscela di caffè e di Ganoderma lucidum

 

 

 

 

 

 

Il successo del caffè parte dal Quattrocento, da allora è conosciuto il suo effetto rinfrescante e stimolante. Nel corso di alcuni decenni si è espansa la cultura della caffetteria e il resto è oramai storia. In base ai risultati delle ricerche più recenti è ora di cambiare idea sul caffè. Si è scoperto, per esempio, che per il suo alto contenuto di antiossidanti il caffè non solo non nuoce alla salute, ma ha delle caratteristiche molto benefiche per l’organismo.

Le ricerche scientifiche hanno dimostrato che il suo principio attivo più importante, la caffeina, in alcuni casi ostacola la crescita delle cellule tumorali e che migliora le condizioni fisiche del nostro organismo, rinforza l’effetto degli antidolorifici e, consumandolo moderatamente, riduce notevolmente il rischio di numerose malattie, tra queste il cancro all’intestino e la cirrosi epatica.

Grazie alla miscela di caffè e di Ganoderma lucidum, questo fungo diventa parte della nostra quotidianità

Header 1

 

 

 

 

 

Perché abbiamo parlato prima di Ganoderma e dopo di caffè? Per dei motivi molto semplici! Perché essendo il Ganoderma molto amaro è impossibile assumerlo da solo, tuttavia è importantissimo poter godere dei suoi benefici, per converso essendo il caffè la bevanda più utilizzata dalle persone dopo l’acqua ed essendo diventato per moltissime persone ormai un’abitudine di cui non possono fare a meno, delle menti molto brillanti hanno pensato di approntare una miscela di caffè e di Ganoderma e di metterla in commercio. In questo modo si rende il Ganoderma assimilabile e in più, essendo il caffè un’abitudine per molte persone, è impossibile che ne venga dimenticata l’assunzione.

salute 9

 

 

 

 

 

 

 

Pensate quanti benefici possiamo avere per il nostro organismo soltanto cambiando il tipo di caffè che prendiamo e assumendo quotidianamente una miscela di caffè e di Ganoderma lucidum.

UNA RACCOMANDAZIONE: FATE MOLTA ATTENZIONE NELLO SCEGLIERE LA MIGLIORE QUALITA’ DI GANODERMA LUCIDUM; SUL MERCATO SI POSSONO TROVARE PRODOTTI MOLTO SCADENTI.
PER UN EVENTUALE CONSULTO COMPLETAMENTE GRATUITO O PER ULTERIORI INFORMAZIONI SUL GANODERMA LUCIDUM POTETE TELEFONARMI AL 320 9323852 0 SCRIVERMI SU “guglielmocarbone2.0@gmail.com”

Clicca qui per vedere altri articoli sul Ganoderma lucidum

Naturopata Guglielmo Carbone

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

Diploma

Attestato

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.