Tag "Piante del benessere"

Ganoderma lucidum e infiammazioni

Ganoderma lucidum e infiammazioni: efficacia Ganoderma lucidum e infiammazioni: questo fungo ha efficacia non solo contro i disturbi infiammatori passeggeri e di minore gravità, ma esercita un potente effetto antiflogistico anche nelle malattie infiammatorie croniche. Infatti è in grado di spegnere tanto i sintomi, quanto i meccanismi alla base di queste patologie. La sua azione è paragonabile a quella del cortisone e a quella degli antinfiammatori non cortisonici chiamati “FANS” (farmaci

Ganoderma lucidum come antibatterico

I batteri e gli antibiotici Ganoderma lucidum  come antibatterico: le malattie sostenute da batteri colpiscono soprattutto le vie respiratorie e le vie urinarie. Oggi abbiamo a disposizione molti antibiotici che uccidono i batteri in modo efficace, ma non in modo selettivo, infatti eliminano anche i batteri “buoni”, come i ceppi di fermenti lattici e altri batteri utili per l’ecosistema dell’intestino tenue, della vagina, dell’apparato respiratorio e di altre mucose. Inoltre

Ganoderma lucidum e virus

Ganoderma lucidum e virus: generalità Ganoderma lucidum e virus: il virus è una particella infettiva costituita essenzialmente da proteine e acidi nucleici (DNA o RNA) che parassita cellule animali e vegetali determinandone la morte e quindi l’instaurarsi di malattie di vario tipo. Catalogo integratori a base di Ganoderma lucidum I virus che causano malattie hanno pericolosità molto diversa. Si trasmettono all’uomo attraverso il canale alimentare o per via aerea (come

Dottoressa Valentina Bianchi: Il Ganoderma

Dottoressa Valentina Bianchi: curiosità sul Ganoderma lucidum Dottoressa Valentina Bianchi: il Ganoderma lucidum contiene: minerali quali ferro, zinco, rame, manganese, magnesio, potassio, calcio, germanio; vitamine del gruppo B, in particolare B1, B2, B6, B9, vitamina C, vitamina E, ergosterina precursore della vitamina D”; 17 aminoacidi tra cui tutti quelli essenziali; polisaccaridi e glicoproteine; quasi 100 enzimi; steroli precursori ormonali; sostanze ad attività antistaminica; triterpeni.   Il fungo Reishi è impiegato come

Ganoderma e flora intestinale

Ganoderma e flora intestinale: problematiche e trattamento con il Ganoderma lucidum. Ganoderma e flora intestinale: La flora intestinale è formata da un insieme di batteri che, in una determinata quantità, contribuiscono allo stato di benessere generale dell’organismo. La flora intestinale può essere definita come un sistema in equilibrio formato da diverse specie di microrganismi che si sviluppano fin dall’inizio della vita.                       Considerato una

Mycoveggie: miscela vegetale

Componenti del Mycoveggie Mycoveggie è una miscela vegetale speciale ricca di fibre, a basso contenuto di grassi, priva di zucchero e priva di colesterolo. In questa miscela sono presenti verdure selezionate (sedano, zenzero, foglie di noni), cereali (psyllium, mais dolce), erbe aromatiche (foglie di ginkgo, foglie di gelso), funghi (shiitake, hericium) frutta, spezie, spirulina e tè verde. Funzioni dei componenti del Mycoveggie                

Steatosi epatica e Ganoderma

Steatosi epatica e Ganoderma, Milena sta sempre più male Steatosi epatica e Ganoderma: Milena è una donna di 57 anni, casalinga e un po’ in sovrappeso perchè le piace mangiare tanto e bene; preferisce soprattutto i formaggi perché, oltre ad esserne ghiotta, è convinta che il latte e i derivati del latte hanno un effetto positivo sulla salute delle ossa. Niente di più sbagliato, infatti si è appurato ormai con

Ganoderma lucidum e persone grasse

Ganoderma lucidum e persone grasse: come dimagrire Ganoderma lucidum e persone grasse: sappiamo ormai per certo che il Ganoderma lucidum aiuta a dimagrire, ma in che modo opera in questo senso? Ci sono diversi aspetti che occorre considerare per capire come il Ganoderma lucidum, nella dieta quotidiana, possa aiutare a perdere peso.                 Ganoderma lucidum e persone grasse: come agisce nella perdita di

Cordyceps sinensis fungo

Caratteristiche del Cordyceps sinensis: il fungo delle meraviglie Cordyceps sinensis: è un fungo abbastanza raro e soprattutto nei Paesi Orientali è considerato molto importante per la salute delle persone tanto da essere venerato come un qualcosa di estremamente sacro. Cresce soprattutto nelle montagne del Tibet tra i 4.000 e i 6.000 metri, è stato notato anche nelle montagne della Cina, del Nepal o del Bhutan, ma sempre a quell’altitudine. Il

Hericium erinaceus (Lion’s mane)

Caratteristiche dell’Hericium erinaceus: fungo portentoso Hericium erinaceus: è un fungo abbastanza raro; è presente soprattutto in Nord Europa, in Oriente e nel Nord America. È un fungo commestibile e di sapore abbastanza gradevole tanto che rappresenta un ottimo ingrediente per pasti prelibati anche se, data la sua rarità, non può essere utilizzato spesso.               Ha un aspetto particolare con filamenti bianchi simili a ghiaccioli