Caratteristiche del fico d’india

Fico d’India: è una pianta grassa proveniente dal Messico il cui nome scientifico è Opuntia ficus indica, appartenente alla famiglia delle Cactaceae. Questa pianta può raggiungere l’altezza di 3 metri, mentre le radici non superano i 30 centimetri di profondità; è caratterizzata da pale ovali appiattite con spine e con fiori di colore bianco, rosso o giallo; i frutti, di forma cilindrica rotondeggiante, sono provvisti di buccia ricoperta di spine e con la polpa succosa e carnosa. Cresce in zone caratterizzate da un clima arido e caldo, quindi ha bisogno di poca acqua, e soprattutto non necessita di nessun intervento da parte dell’uomo.

fico d'India

Proprietà del fico d’India

I frutti del fico d’India sono ricchi di acqua, vitamine, sali minerali, zuccheri e altre sostanze nutritive dal notevole potere salutistico. Numerosi studi, anche recenti, hanno confermato le eccezionali proprietà benefiche del fico d’india come la regolazione della pressione arteriosa, hanno azione antinfiammatoria e antiossidante, potenziano il sistema immunitario, stimolano la sintesi del collagene, ecc. ecc. ma vediamo alcune tra le proprietà più importanti.

Fico d'India

Benefici del fico d’India

Grazie alla notevole presenza di fibre viene ridotto l’assorbimento degli zuccheri, condizione molto utile per chi soffre di diabete; inoltre il fico d’India avrebbe la capacità di abbassare il glucosio nel sangue e di diminuire la resistenza all’insulina, riducendo il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Il contenuto di sostanze antiossidanti promuove la lotta ai dannosissime radicali liberi responsabili dei processi degenerativi e di invecchiamento delle cellule e quindi contrastando in qualche modo l’insorgenza di tumori. Questo frutto ha un basso contenuto di sodio e nel contempo un elevato contenuto di acqua e potassio, condizione che promuove la diuresi e quindi combatte la ritenzione idrica, la cistite e i calcoli renali. A livello cardiovascolare abbassa la pressione arteriosa, i livelli di colesterolo nel sangue e migliora la circolazione sanguigna. Le fibre insolubili e le mucillagini proteggono la mucosa gastrica e aumentano la massa fecale regolarizzando il transito intestinale e diminuendo il rischio di colonizzazione batterica, inoltre rigenerano la flora intestinale e prevengono le emorroidi. La presenza di elevate quantità di vitamina A e C consente una migliore formazione di collagene, proteina molto importante per la salute di pelle, capelli e cartilagini. Il fico d’India può essere inserito in una dieta dimagrante perché ha un basso apporto calorico, è in grado di aumentare il senso di sazietà e, come detto prima, consente di assimilare meno zuccheri e grassi e di tenere a bada la glicemia. Infine è utili anche per il cervello in quanto i flavonoidi contenuti in esso rinforzerebbero la memoria e preverrebbero malattie del sistema nervoso come l’Alzheimer.

Il finocchio e le sue proprietà benefiche

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.