Il tarassaco e le sue proprietà benefiche principali

Il tarassaco e le sue proprietà benefiche. Del tarassaco si utilizzano la radice e le foglie per le loro preziose proprietà diuretiche e depurative, contro i problemi del fegato e della colecisti, in caso di litiasi biliare, itterizia, dispepsie con flatulenza, stipsi, oltre che in caso di eccesso di colesterolo nel sangue, reumatismi cronici, acidi urici elevati, cistiti, diabete, edemi, ritenzione di liquidi. Ottimo e molto efficace come antiscorbutico e vitaminizzante è il succo fresco della radice che potete preparare con una centrifuga o, se preferite, comprare in erboristeria già pronto: la dose da assumere è di 2-3 cucchiai al giorno. In caso di idropisia si consiglia di mescolarlo al succo fresco di crescione: la dose da assumere è di un cucchiaio al mattino a digiuno e di uno la sera. Nella tradizione popolare le giovani foglie fresche di tarassaco sono sempre state utilizzate nelle cure depurative primaverili e come diuretico. Le foglie cotte si rivelano efficaci in caso di stitichezza cronica. Per quanto riguarda l’uso esterno il tarassaco rappresenta un efficace rimedio contro acne ed eczemi: potete fare degli impacchi con il decotto della radice per 2 volte al giorno. Sulla pelle, poi, l’azione del tarassaco è schiarente, può essere quindi utilizzato sotto forma sotto forma di succo fresco o di decotto per attenuare le efelidi e le macchie della pelle in genere.

Il tarassaco e le sue proprietà benefiche

Il tarassaco e le sue proprietà benefiche: applicazioni pratiche

Infuso diuretico e depurativo: tenete 8-15 grammi di foglie fresche sminuzzate di tarassaco in un litro di acqua ben calda per 15-20 minuti, quindi colate e assumete l’infuso caldo a piccole dosi (3-4 tazzine) nell’arco della giornata. La sua azione diuretica, dovuta soprattutto all’alto contenuto di sali di potassio, libera l’organismo dalle sostanze di rifiuto ed è salutare per tutti i disturbi del fegato.

Decotto depurativo del sangue: fate bollire 75 grammi di radice di tarassaco, 25 grammi di radice di gramigna, 25 grammi di radice di bardana, 10 grammi di radice di genziana, 10 grammi di radice di salsapariglia, 10 grammi di radice di liquirizia in un litro e mezzo di acqua per un’ora tenendo coperto; quindi colate e bevete 4-5 tazze nella giornata, tra i pasti. Il decotto è valido anche contro disturbi del fegato, costipazioni intestinali, angiocolite cronica.

Ritenzione di liquidi: potete ottenere un efficace preparato mettendo a macerare a freddo per 8 ore un cucchiaio di radice di tarassaco in un bicchiere d’acqua. Filtrate ed assumetene due bicchieri al giorno, lontano dai pasti. È possibile altrimenti utilizzare 50-100 grammi di radice e foglie di tarassaco per un litro di acqua per preparare, bollendo per 5 minuti, un decotto di cui bere da 2 a 3 tazzine al giorno.

Efelidi, macchie della pelle: fate bollire 50 grammi di fiori e foglie di tarassaco in un litro di acqua per 15 minuti, quindi lasciate raffreddare, filtrate ed utilizzate come impacchi sulla pelle tutti i giorni.

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.