L’origano e le sue proprietà benefiche principali

L’origano e le sue proprietà benefiche. Questa pianta usata in cucina come aromatizzante, viene impiegata terapeuticamente in infusi contro aerofagia, carenza di mobilità intestinale, inappetenza, emicrania, anemia e in caso di asma, catarro bronchiale, raucedine, raffreddore, tracheite e tosse. L’olio essenziale di origano svolge azione soprattutto espettorante, antispasmodica, antisettica e antifermentativa. Si consiglia quindi di utilizzarlo nelle sindromi infettive e in caso di gonfiore del ventre, bronchite e asma. La dose da assumere è di 3-5 gocce in poco miele per 2-4 volte al giorno; per i bambini invece è di 1-2 gocce, secondo l’età, per 2-3 volte al giorno. In caso di dolore ai denti per carie, in attesa dell’intervento indispensabile del dentista, imbevete un piccolo batuffolo di cotone idrofilo con 2 gocce di olio essenziale di origano e ponetelo direttamente sul dente, calmerà il dolore e svolgerà un’azione antisettica locale. Per uso esterno l’origano è utilizzato come revulsivo sia in infuso da applicare nelle parti doloranti nei reumatismi muscolari e articolari, sia nelle forme di alcolato per effettuare frizioni nelle nevralgie.

Lorigano e le sue proprietà benefiche

Come rimedio contro i dolori reumatici potete fare dei cataplasmi con uno strato caldo di crusca o di farina di lino a cui avrete aggiunto 10 gocce di olio essenziale di origano da applicare direttamente sulle parti dolenti. È anche un ottimo antiparassitario contro i pidocchi. In campo cosmetico le foglie di origano possono essere utilizzate per ridare elasticità e luminosità alla pelle del viso. Se avete problemi di cellulite, potete preparare un olio a base di origano da utilizzare quotidianamente dopo la doccia come idratante curativo. Le dosi sono di 10 grammi di olio essenziale di origano in 90 grammi di olio di mandorle dolci: miscelate gli oli e massaggiate accuratamente i cuscinetti di cellulite.

L’origano e le sue proprietà benefiche: applicazioni pratiche

Asma: mettete 25-30 grammi di foglie di origano in un litro di acqua bollente per 15 minuti tenendo coperto, quindi filtrate e bevete da 4 a 6 tazze al giorno.

Catarro bronchiale, tracheite, tosse dei fumatori: lasciate in infusione 25-30 grammi di fiori di origano in un litro di acqua bollente per 15 minuti tenendo coperto. Bevete 2-4 tazze al giorno prima dei pasti o subito dopo. I fiori puri sono di maggiore efficacia anche se è più difficile reperirli sul mercato erboristico, potete essiccarli voi stessi nella buona stagione e usarli al bisogno.

Raucedine, raffreddore, tosse: ponete a macerare un pugno di sommità di origano in un litro di vino bianco per 8-10 giorni, quindi filtrate e bevete a bicchierini nella giornata. In alternativa potete usare le foglie e i fiori di origano seccati e polverizzati come polvere starnutoria da fiutare nelle costipazioni e nei raffreddori forti per liberare velocemente il naso.

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.