Il prezzemolo e le sue proprietà benefiche principali

Il prezzemolo e le sue proprietà benefiche. Questa pianta di cui si utilizzano per le proprietà terapeutiche le foglie, i frutti e la radice, risulta di particolare efficacia nella ritenzione d’urina e nelle prostatiti. La radice è usata per le sue proprietà aperitive, stimolanti, diuretiche ed è efficace nell’itterizia e negli ingorghi del fegato e della milza; le foglie hanno proprietà stomachiche ed emmenagoghe; i frutti hanno proprietà carminative, stimolanti e digestive. I semi sono usati per preparati contro dispepsia, acidità di stomaco e meteorismo. Come rimedio contro l’ipomenorrea si consiglia di assumere 100-150 grammi al giorno di succo di foglie fresche di prezzemolo ottenuto con la spremitura al momento dell’utilizzo. In caso di dispepsie e mestruazioni dolorose risulta invece efficace l’olio essenziale da assumersi nella dose di 2 gocce per 2-3 volte al giorno in un po’ di miele. Per uso esterno le foglie sono utili contro piaghe e ulcere e, schiacciate e strofinate sulla pelle, leniscono il dolore e il prurito in caso di punture d’insetto. Strofinate sulle mammelle, invece, servono a inibire la secrezione del latte.

Il prezzemolo e le sue proprietà benefiche

È bene ricordare che il prezzemolo a dosi elevate provoca una congestione delle mucose, una contrazione delle fibre muscolari, lisce dell’intestino, della vescica e dell’utero, con congestione degli organi sessuali. Può inoltre provocare gastroenterite, irritazione del parenchima renale, degenerazione grassa del fegato, emorragie delle mucose, infiammazione emorragica del canale intestinale, emolisi, emoglobinuria e anuria. Per questi motivi deve essere utilizzato alle dosi terapeutiche indicate. È inoltre assolutamente controindicato in gravidanza per il pericolo di aborto.

Il prezzemolo e le sue proprietà benefiche: applicazioni pratiche

Ingorghi del fegato e della milza: fate bollire due manciate di radice di prezzemolo spezzettata in un litro di acqua per 15 minuti, colate e assumete un cucchiaio ogni 2 ore.

Dispepsia, acidità e dolori di stomaco, meteorismo: lasciate un pizzico di semi di prezzemolo in infusione in una tazza di acqua bollente per 20 minuti, quindi colate e zuccherate. Bevete dopo i pasti principali. In alternativa potete assumere 1-2 grammi di foglie di prezzemolo in polvere per 3 volte al giorno in ostia.

Piaghe e ulcere: fate macerare 10 grammi di semi di prezzemolo in 50 grammi di aceto per 8 giorni; quindi colate e usate il macerato per fare impacchi con garza sterile. L’azione è vulneraria.

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.