Il luppolo e le sue proprietà benefiche principali

Il luppolo e le sue proprietà benefiche. Per la sua azione amaro-tonica il luppolo è usato in tutte le forme di gastrite nervosa nei soggetti ipersensibili contrastando vari tipi di dolori allo stomaco. Assunto prima dei pasti stimola l’appetito e agisce sia nei problemi di atonia, sia negli spasmi gastrici dovuti ad ipereccitabilità riflessa. Risulta inoltre efficace come sedativo dell’angoscia nervosa, calmante nell’isterismo e coadiuvante del sonno. Tra le altre proprietà di questa pianta sono inoltre da ricordare quella diuretica e depurativa, nonché quella di aumentare la secrezione di latte nelle puerpere. Sull’uomo ha un effetto leggermente anafrodisiaco. È un antibatterico soprattutto delle vie urinarie ed è indicato in caso di mestruazioni irregolari. La tintura madre assunta nella dose di 10-20 gocce in poca acqua, per 3 volte al giorno, risulta efficace in caso di inappetenza e di angosce nervose; contro l’insonnia se ne possono invece assumere 50 gocce la sera prima di coricarsi.

Il luppolo e le sue proprietà benefiche

Le foglie del luppolo, usate in cataplasma, costituiscono un efficace rimedio contro dolori articolari, reumatismi, edemi ed ascessi, mentre la polvere viene utilizzata come cicatrizzante, direttamente sulla pelle, per curare piaghe e ferite. Per le sue proprietà elasticizzanti, ammorbidenti, antipruriginose, purificanti e toniche il luppolo costituisce un ottimo ingrediente per la cura della pelle secca e seborroica, ma anche della pelle asfittica e flaccida. Con i suoi coni, inoltre, potete prepararvi ottimi bagni calmanti e rilassanti, particolarmente adatti per combattere l’insonnia e l’ansia.

È importante ricordare che il luppolo è controindicato nelle sindromi depressive. Inoltre, per la sua azione simile alla follicolina, le donne non devono assumerlo per periodi troppo prolungati né a dosi elevate.

Il luppolo e le sue proprietà benefiche: applicazioni pratiche

Dolori allo stomaco, insonnia, agitazione: preparate un infuso versando 2-3 cucchiaini di coni di luppolo in una tazza di acqua calda per 15 minuti. Filtrate e assumete la sera prima di coricarvi.

Scarsa secrezione di latte: mettete 4 cucchiai di una miscela creata con 50 grammi di coni di luppolo, 50 grammi di galega, 50 grammi di basilico e 100 grammi di semi di finocchio in mezzo litro di acqua bollente per 15 minuti. Filtrate e bevete durante la giornata a tazzine. Questa è la quantità minima per garantire l’efficacia, al bisogno potete aumentare le dosi.

Lozione idratante per pelli secche o seborroiche: mettete in infusione 60 grammi di coni di luppolo in un litro di acqua bollente. Lasciate riposare fino a completo raffreddamento, quindi filtrate. Questo infuso deve essere usato come lozione o impacco, ma può risultare efficace anche come rimedio contro il cuoio capelluto iperseborroico, in questo caso usatelo come frizione o per risciacqui.

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.