I principali oli essenziali per il trattamento delle verruche

Oli essenziali per il trattamento delle verruche. Le verruche sono delle escrescenze cutanee di tipo rugoso che si possono sviluppare in tutto il corpo, ma che interessano soprattutto mani e piedi. Sono di natura benigna e sono causati da una infezione dal Papilloma virus per contatto diretto o per la presenza di questo in ambienti contaminati. Si possono eliminare facilmente con un piccolo intervento, se non si interviene possono regredire da soli nell’arco di qualche anno. Vediamo ora gli oli essenziali per il trattamento delle verruche.

oli essenziali per il trattamento delle verruche

Oli essenziali per il trattamento delle verruche: quali sono e come usarli

Olio essenziale di tea tree: ha notevoli proprietà antisettiche e antibiotiche tali che è considerato uno dei rimedi naturali più efficaci per rimuovere le verruche. I suoi principi attivi, grazie alla notevole azione antivirale contrastano il papilloma virus. Si utilizza applicandone qualche goccia direttamente sulle verruche e aspettare che si assorba senza risciacquare. Ripetere il trattamento 2 volte al giorno per tutti i giorni.

Olio essenziale di eucalipto: contro le verruche agisce in due modi, brucia queste escrescenze rugose e combatte il Papilloma virus che è la causa dell’infezione. L’olio essenziale di eucalipto serve, comunque, per trattare le infezioni respiratorie. Si utilizza applicandone un po’ sulla verruca, si copre con una benda adesiva, si lascia agire per 2-3 ore e si applica di nuovo.

Olio essenziale di menta: contiene dei principi attivi in grado di inibire la proliferazione del virus e di prevenire la formazione di altre verruche in altre aree della pelle. Si inumidisce un batuffolo di cotone con quest’olio essenziale, si adagia sulla verruca e vi si fissa con una benda adesiva; si lascia agire per tutta la notte. Ripetere il trattamento ogni notte fino a quando le verruche non saranno scomparse.

Olio essenziale di origano: la sua proprietà principale è quella di essere un potentissimo antibatterico e antivirale quindi in grado di combattere il Papilloma virus e quindi di proteggere la pelle da una eventuale proliferazione. Si applica un po’ di quest’olio essenziale direttamente sulle verruche e si lascia agire senza risciacquare. L’applicazione deve essere ripetuta tutti i giorni fino ad eliminazione completa.

 

Olio essenziale di timo: anche questo olio essenziale ha proprietà antibiotiche e antivirali utili per combattere il Papilloma virus, pertanto impedisce la crescita delle verruche e tende ad eliminarle e a bloccarne la proliferazione anche se sono abbastanza grandi. Si inumidisce un batuffolo di cotone, si applica sulle verruche e vi si fissa con una benda adesiva, si lascia agire per 2 ore e poi si rimuove, per poi ripetere il trattamento.

Olio essenziale di chiodi di garofano: i principi attivi di quest’olio essenziale hanno effetto antivirale soprattutto sul virus del Papilloma umano, quindi lo combattono, ne riducono la grandezza e ne impediscono la proliferazione in altre aree cutanee; hanno anche effetto cicatrizzante. Se ne applica qualche goccia direttamente sulla verruca e si lascia agire senza risciacquare. Ripetere l’applicazione 3 volte al giorno, tutti i giorni.

Olio essenziale di zenzero: contiene gingerolo che ha spiccate proprietà antibiotiche e antinfiammatorie, combatte quindi il Papilloma virus impedendone la proliferazione e facilitandone l’eliminazione. Se ne applica un po’ sulle verruche e si fa assorbire per bene senza risciacquare. Ripetere il trattamento 3-4 volte al giorno fino alla scomparsa.

Clicca qui per vedere gli altri articoli sugli oli essenziali

Naturopata Guglielmo Carbone

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.