La malva e le sue proprietà benefiche principali

La malva e le sue proprietà benefiche. La malva è un efficace antinfiammatorio di tutte le mucose. È ideale per la stitichezza grazie all’azione emolliente, rinfrescante, lassativa, calmante e diuretica. Esplica anche azione protettiva sulle mucose del tubo digerente in quanto impedisce il riassorbimento delle sostanze che vengono a contatto con la loro superficie.

La malva e le sue proprietà benefiche

I decotti di malva (in questa forma la pianta è più efficace rispetto alla tintura madre) sono particolarmente efficaci per impacchi e lavaggi decongestionanti, per applicazioni oculari nel caso di congiuntiviti, contro gli ascessi dentali. Si usano invece gli infusi contro le irritazioni della bocca e delle vie respiratorie, contro la tosse, il catarro, nonché per combattere stitichezza, gastrite, enterite e colite. In caso di foruncoli, varici e flebiti si può trarre giovamento applicando localmente le foglie di malva cotte, in cataplasma. Sempre come rimedio contro i foruncoli è possibile ricorrere alle radici della pianta: applicate calde sulla parte interessata ne favoriscono la maturazione. Per la sua azione emolliente, antinfiammatoria e antiarrossamento la malva si rivela indispensabile per risolvere numerosi piccoli problemi di bellezza. Oli ed estratti di malva sono infatti utilizzati in creme, gel, shampoo, lozioni, detergenti intimi, dentifrici, collutori, bagnoschiuma, creme per le mani e prodotti solari.

La malva e le sue proprietà benefiche: applicazioni pratiche

Infuso antinfiammatorio per la bocca e l’intestino: mettete in una tazza di acqua bollente un cucchiaio colmo della miscela delle seguenti erbe: 50 grammi di fiori e foglie di malva, 30 grammi di fiori di calendula, 20 grammi di fiori di camomilla romana. Lasciate riposare per 10 minuti, filtrate e bevete 3 tazze al giorno lontano dai pasti.

Stitichezza: miscelate l’infuso descritto sopra con 5 grammi di succo di malva in una tazza d’acqua bollente con il succo di un limone, un albume e zucchero a piacere. Filtrate e bevete lontano dai pasti. Questa tisana è consigliata soprattutto agli anziani, ai bambini e alle persone deperite.

Ascessi dentali: mettete a bollire 50 grammi di foglie di malva in 300 ml di acqua per 15 minuti. Applicatele senza filtrare fra guancia e gengiva, alternando a sciacqui effettuati con il solo decotto.

Catarri cronici: fate bollire 2 cucchiai di foglie di malva in un bicchiere d’acqua per 10 minuti, quindi filtrate e assumetene 3-4 tazze al giorno lontano dai pasti. È altrimenti possibile impiegare un infuso ottenuto con 50 grammi di foglie di malva per un litro di acqua.

Clicca qui per vedere gli altri articoli sulle piante curative

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.