La bardana e le sue proprietà benefiche principali

La bardana e le sue proprietà benefiche. Questa pianta racchiude molteplici virtù che la votano a un largo impiego. Prima fra tutte ricordiamo l’azione antibiotica: combatte infatti lo stafilococco, batterio responsabile di vari processi infettivi. Un’altra importante attività esercitata dalla bardana è quella di stimolo delle funzioni epato-biliari rendendola indicata nelle cure depurative e disintossicanti. Oltre all’azione diuretica e sudorifera, non bisogna dimenticarne inoltre la proprietà di depurazione del sangue che la rende utile contro i reumatismi, né trascurarne l’efficacia ipoglicemizzante che la rende consigliabile in caso di eccessi di zuccheri nel sangue. Se usate il succo fresco bevetene una fiala la mattina a digiuno e una fiala mezz’ora prima di cena; se usate l’estratto fluido, reperibile in erboristeria, la dose è di un cucchiaino in poca acqua, 2-3 volte al giorno, lontano dai pasti. Nella preparazione di tisane o decotti depurativi le foglie di bardana vengono associate a quelle di altre piante con azione complementare, come la viola tricolor, l’echinacea, il tarassaco e così via. L’azione antibiotica la rende l’ideale per gli adolescenti con problemi di psoriasi ed acne e per gli adulti con dermatosi seborroiche ed eczemi. Per uso esterno è un ottimo cicatrizzante delle piaghe e delle ulcere. L’uso di creme a base di bardana ha l’effetto di rendere più rapida ed efficace l’azione dermatologica delle tisane. Quanto alla cosmesi, in commercio esistono preparazioni già pronte come la spremuta di pianta fresca, da usare come tonico per la pelle mattina e sera, dopo un’accurata pulizia del viso, o anche per frizioni rinforzanti per capelli, soprattutto in presenza di cute grassa.

La bardana e le sue proprietà benefiche

La bardana e le sue proprietà benefiche: applicazioni pratiche

Decotto depurativo per il sangue e il fegato: miscelate 40 grammi di radice di bardana a pezzetti, 30 grammi di radice di tarassaco, 20 grammi di radice di cicoria e 10 grammi di radice di liquirizia; fate bollire nella proporzione di un cucchiaino di miscela per una tazza d’acqua per 10 minuti, quindi lasciate riposare per altri 10 minuti e filtrate. Bevetene una tazza al mattino a digiuno. Il decotto ha anche uso esterno: preparato giornalmente e applicato per impacco con garza sterile, può essere di grande aiuto per risolvere i problemi di impurità della pelle, ma per ottenere un buon risultato è necessario protrarre il trattamento per un lungo periodo e osservare scrupolosamente le dosi indicate.

Reumatismi, iperglicemia: mescolate 30 grammi di radice di bardana, 30 grammi di foglie di frassino, 30 grammi di sommità di spirea olmaria e 10 grammi di scorze di arancia amara non trattata. Mettete in infusione un cucchiaio di miscela in una tazza d’acqua bollente per 15 minuti, quindi filtrate. Bevetene 2 tazze al giorno lontano dai pasti.

Acne, dermatosi, psoriasi: preparate una miscela composta da 30 grammi di foglie di bardana, 30 grammi di fiori puri di viola tricolor, 30 grammi di radice di echinacea e 10 grammi di liquirizia. Mettete un cucchiaio di miscela in infusione in una tazza d’acqua bollente per 15 minuti, quindi filtrate. Bevetene 2 tazze al giorno, preferibilmente a digiuno.

Clicca qui per vedere gli altri articoli sulle piante curative

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.