La melissa e le sue proprietà benefiche principali

La melissa e le sue proprietà benefiche. La melissa si utilizza contro i disturbi nervosi, in caso di depressione, malinconia, ipocondria e nei disturbi dello stomaco e dell’intestino, contro il meteorismo, oltre che nelle cefalee, in caso di insonnia, vertigini, spossatezza, disturbi mestruali e dolori uterini. È uno stimolante fisico e intellettivo ed è usato quindi per combattere lo stress. Esercita inoltre azione antiasmatica ed è impiegata contri l’herpes labiale. La pianta deve essere raccolta in piena fioritura in quanto poco dopo assume un odore sgradevole. In caso di malinconia, ansia, paure immotivate si può trarre beneficio dall’estratto fluido assunto nella dose di 20 gocce in poca acqua per 3 volte al giorno, lontano dai pasti; in alternativa è possibile ricorrere alla tintura madre da assumersi nella dose di 40 gocce in poca acqua dopo i pasti principali.

La melissa e le sue proprietà benefiche

Come rilassante si consigliano 50 gocce la sera prima di coricarsi. Anticamente era molto usata l’acqua di melissa dei Carmelitani Scalzi che si può ancora trovare in erboristeria; si tratta di un distillato di melissa con limone, spezie e angelica che offre un efficace rimedio contro tutti i problemi descritti. In caso di nevralgie se ne può trarre giovamento praticando frizioni sulle parti doloranti. Le foglie fresche, pestate grossolanamente, possono essere usate per frizioni locali in caso di punture di insetti. Lo spirito di melissa, da preparare associando una parte di foglie di melissa e 5 parti di alcool, può essere usato per praticare frizioni locali in caso di mialgie, dolori articolari, cefalee, oppressione al petto, contusioni. In tutti questi casi si rivela efficace anche l’olio essenziale da usare sempre per frizioni. In campo cosmetico, la melissa si rivela preziosa per la sua attività stimolante, astringente e purificante. Per combattere lo stress, infine, si può ricorrere a un bagno preparato con un infuso concentrato aggiunto all’acqua della vasca.

La melissa e le sue proprietà benefiche: applicazioni pratiche

Digestione difficile e gastroenterite con meteorismo: tenete un cucchiaio di foglie di melissa in infusione in una tazza d’acqua calda per 15 minuti, quindi filtrate e bevete 3 volte al giorno dopo i pasti. Questo infuso è indicato anche per stimolare l’appetito e contro il vomito in gravidanza: in questo caso va assunto prima dei pasti. Lontano dai pasti agisce invece efficacemente in caso di palpitazioni, abbattimento, emotività.

Mal di stomaco, insonnia, vertigini, disturbi mestruali: lasciate macerare in mezzo litro di acqua, per mezza giornata, 20 grammi di foglie di melissa, 5 grammi di scorza di limone fresca grattugiata, 5 grammi di radice di angelica, 5 grammi di rizoma di calamo aromatico, 5 grammi di semi di coriandolo, 5 grammi di noce moscata, 5 grammi di chiodi di garofano e 5 grammi di corteccia di cannella. Portate quasi ad ebollizione, togliete dal fuoco e aggiungete mezzo litro di alcool a 90°, ponete il tutto in un vaso di vetro ed esponete al sole per un mese, agitando frequentemente. Filtrate ed assumete un cucchiaino in un bicchierino di acqua, tra i pasti.

Clicca qui per vedere gli altri articoli sulle piante curative

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.