Timo e sue proprietà benefiche principali

Timo e sue proprietà benefiche. Il timo è particolarmente indicato contro i problemi delle prime vie aeree e nei casi di tosse, pertosse, bronchite acuta e cronica: esercita infatti azione antisettica, balsamica ed espettorante. Risulta inoltre indicato in caso di diarrea e di meteorismo e, grazie al contenuto di timolo, contro parassiti e vermi intestinali. Nell’uso esterno il timo viene usato per le sue proprietà deodoranti (particolarmente indicata è la polvere di timo come antidoto contro il cattivo odore dei piedi), antibatteriche sulle ferite e nelle malattie della pelle in genere. È utilizzato da sempre nelle paste dentifricie per l’igiene della bocca. Ha inoltre azione calmante e rinfrescante nei confronti del prurito di varia origine ed è efficace nella cura di lussazioni e distorsioni e per lenire i dolori reumatici, contro il quale, oltre al decotto, è possibile usare in frizioni l’essenza sia pura, sia diluita precedentemente in olio di mandorle dolci. Per potenziarne l’effetto si consiglia di aggiungere olio essenziale di origano e rosmarino. Per bambini linfatici, anemici o rachitici si possono preparare dei bagni impiegando come fortificante sia un decotto concentrato che l’essenza. Nell’uso cosmetico, il timo è indicato per tutte le pelli grasse, impure e asfittiche, avendo proprietà balsamiche e stimolanti. Gli estratti e l’olio essenziale vengono comunemente usati nella preparazione di shampoo, lozioni e polveri per il corpo e i capelli. Si sconsiglia tuttavia l’uso sulle pelli delicate e facilmente irritabili.

Timo e sue proprietà benefiche

Timo e sue proprietà benefiche: applicazioni pratiche

Tosse, pertosse, bronchite: tenete 5-10 grammi di sommità fiorite di timo in infusione in una tazza di acqua bollente per 15 minuti, quindi filtrate. La dose consigliata per le tossi convulse dei bambini è di un cucchiaio ogni ora; per gli adulti invece è di 3 tazze al giorno, tra i pasti. L’infuso è valido anche contro i problemi dell’apparato digerente, nel qual caso deve essere bevuto dopo i pasti.

Meteorismo: fate macerare 30 grammi di sommità fiorite di timo in un litro di vino bianco per 5 giorni, agitando giornalmente; filtrate e assumete a bicchierini, dopo i pasti.

Vermi intestinali: tenete un cucchiaino di sommità fiorite di timo in infusione per 5 minuti in una tazza di acqua bollente, coperto. Filtrate e assumete 3 tazze di seguito la mattina, a digiuno, mezz’ora prima di colazione.

Reumatismi articolari, lussazioni, distorsioni: fate bollire 50-100 grammi di sommità fiorite di timo in un litro d’acqua per 20 minuti tenendo coperto, quindi colate e fate gli impacchi locali per un tempo non inferiore ai 20 minuti. Gli impacchi devono essere freddi in lussazioni e distorsioni; caldi, invece, nelle contusioni e nei reumatismi. In caso di distorsioni inoltre si consiglia di applicare il decotto dopo aver aggiunto 3 cucchiai di crusca di grano e di tenerlo per un’intera notte con una fasciatura contenitiva. Il decotto è valido anche per arrestare le emorragie dal naso e come rimedio contro raffreddore, laringite, catarro bronchiale, utilizzandolo per inalazioni.

Clicca qui per vedere gli altri articoli sulle piante curative

Naturopata Guglielmo Carbone    

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.