I principali rimedi naturali contro l’epistassi

Rimedi naturali contro l’epistassi. L’epistassi non è altro che la perdita di sangue dal naso e avviene in seguito alla rottura di qualche vaso sanguigno presente nel setto nasale; non dà inconvenienti particolari a parte il fastidio per la perdita del sangue, solo quando la perdita di sangue è rilevante può dare un senso di stordimento. Può avvenire spontaneamente, senza una causa apparente, oppure può essere dovuta a piccoli traumi, alla pressione sanguigna elevata, alla altitudine elevata, a una eccessiva esposizione al sole che può provocare secchezza della parte interna del naso o a un’infezione come raffreddore o sinusite. In caso di epistassi la prima cosa da fare è mettersi con la schiena eretta e con la testa flessa in avanti (non alzata all’indietro) e stringere le narici tra le dita, nello stesso tempo intervenire con i rimedi naturali.

Rimedi naturali contro l'epistassi

Rimedi naturali contro l’epistassi: applicazioni pratiche

Ortica: contiene varie sostanze che sono in grado di ridurre l’irritazione delle mucose, di arrestare il sanguinamento e di favorire la guarigione del vaso sanguigno lesionato. Si fa bollire una tazza d’acqua (250 ml), vi si aggiungono 3 cucchiai di ortica secca (30 g.), si spegne il fuoco e si lascia riposare per 10 minuti; si imbeve di questo infuso un batuffolo di cotone il quale va introdotto nella narice sanguinante e vi si lascia agire per 15 minuti. Ripetere l’operazione 2 volte al giorno.

Equiseto: grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti blocca la fuoriuscita del sangue, mantiene umide le narici e favorisce la cicatrizzazione dei capillari del naso. Si fa bollire mezza tazza d’acqua (125 ml), vi si aggiunge un cucchiaio di equiseto, si spegne il fuoco e si lascia riposare per 10 minuti. Si filtra e si effettuano 2-3 lavaggi al giorno delle narici con questo infuso.

Aceto di mele: l’aceto di mele grazie alle sue sostanze acide aiuta a prevenire le infezioni nasali e accelera il recupero delle ferite superficiali, inoltre chiude le lesioni nelle pareti dei vasi sanguigni prevenendo l’emorragia. Si prendono 3 cucchiai di aceto di mele (30 g.) e si diluiscono in 2 cucchiai di acqua (20 ml), si bagna un batuffolo di cotone in questo composto e si applica nella narice per qualche minuto. Ripetere l’operazione 2 volte al giorno.

Menta: la menta è utile quando ci sono alterazioni nella coagulazione del sangue in seguito all’assunzione di taluni farmaci o a deficit nutrizionali. Si fa bollire una tazza d’acqua (250 ml), si aggiunge un cucchiaio di foglie di menta (10 g.), si abbassa il fuoco e si lascia bollire per altri 3 minuti, si spegne il fuoco e si lascia riposare per 10-15 minuti. Filtrare e bere la tisana 2-3 volte al giorno anche dopo che si risolve il problema.

Acqua e sale: il lavaggio con acqua e sale, in caso di epistassi, aiuta a rimuovere i grumi di sangue che rimangono nel naso dopo un episodio di epistassi, in questo modo si evita che i grumi si secchino e provochino dei fastidi. Si fa scaldare una tazza d’acqua (250 ml), senza farla bollire, si aggiunge un cucchiaino di sale (5 g.) e si mescola fino a farlo sciogliere, aspirare il liquido con una siringa senza ago e iniettarlo all’interno della narice, infine pulire con un panno morbido.

Rimedi naturali contro l’epistassi

Clicca qui per vedere gli articoli sui vari disturbi fisici e i relativi rimedi naturali 

Naturopata Guglielmo Carbone      

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.