I principali rimedi naturali per disintossicare i polmoni

Rimedi naturali per disintossicare i polmoni. I polmoni sono gli organi deputati alla respirazione, in pratica assorbono ossigeno dall’ambiente esterno e lo immettono nel sangue e nella linfa e da qui viene distribuiti agli organi e tessuti del nostro organismo, nel contempo i polmoni eliminano dal nostro corpo anidride carbonica che sarebbe molto tossica per esso. I polmoni hanno altre funzioni come equilibrare il rapporto acido-base nel nostro organismo, secernono l’ACE, una sostanza che sta alla base della vasocostrizione, influenzano la concentrazione di diverse sostanze nel sangue arterioso, ecc. ecc. Pertanto è importante che i polmoni siano perfettamente efficienti e per essere efficienti devono essere liberi da qualsiasi tipo di sostanze tossiche all’interno di essi. Vedono alcuni tra i principali rimedi naturali utili a disintossicare i polmoni.

Rimedi naturali per disintossicare i polmoni

Rimedi naturali per disintossicare i polmoni: applicazioni pratiche

Eucalipto: è un ottimo espettorante, antisettico e antinfiammatorio, aiuta ad eliminare il muco che si accumula nelle vie respiratorie e quindi facilita la circolazione dell’aria. Si fa scaldare una tazza d’acqua (250 ml), si aggiunge mezzo cucchiaio di eucalipto (7 g.), si fa bollire e si spegne il fuoco, si lascia in infusione per 7 minuti, si filtra, si aggiunge un cucchiaino di miele (7,5 g.) e si beve prima di andare a dormire.

Aglio: contiene allicina, un principio attivo molto utile per favorire l’apertura dei bronchi e per il trattamento del catarro, nonché per liberare i polmoni dalle sostanze tossiche del fumo. Si fa scaldare mezzo litro di acqua, vi si aggiungono 4 spicchi d’aglio schiacciati, quando l’acqua bolle, si spegne il fuoco e si lascia riposare per 7 minuti, filtriamo, aggiungiamo un cucchiaino di miele (7,5 g.), mescoliamo bene e beviamo una tazza di questo infuso al mattino a digiuno e la sera prima di andare a dormire.

Zenzero, cipolla e curcuma: tutti e tre questi componenti insieme hanno le proprietà di eliminare il muco, disinfiammare i bronchi, eliminare virus e batteri ed eliminare le sostanze tossiche del tabacco. Facciamo bollire 2 tazze d’acqua (500 ml), aggiungiamo una cipolla grande fatta a pezzetti, lasciamo bollire per altri 5 minuti e aggiungiamo un cucchiaio di curcuma (15 g.), 3 cucchiai di zenzero grattugiato e 2 cucchiai di miele (50 g.), facciamo cuocere a fuoco lento per altri 40 minuti; passato questo tempo, spegnere la fiamma e lasciare riposare; quando il composto è freddo, filtrarlo, metterlo in una bottiglia e quindi nel frigo. Se ne assumono due cucchiai a stomaco vuoto, prima di cenare, per 9 sere fino a quando non noterete un miglioramento nella respirazione.

Ippocastano: è un ottimo depurante per i polmoni e tutte le vie aeree, utile soprattutto per eliminare le sostanze tossiche dovute al fumo da sigaretta. Si fa bollire una tazza d’acqua (250 ml), vi si aggiunge un cucchiaino di ippocastano, si aspetta che l’ippocastano si collochi sul fondo e poi si filtra. Questo infuso si può assumere 2-3 volte a settimana.

Timo e ortica: il timo è un eccellente espettorante ed è anche antisettico, l’ortica è ideale per pulire e purificare i polmoni. Riscaldare un bicchiere d’acqua (200 ml), aggiungere 30 g. di timo e 30 g. di ortica secca; fare bollire per 15-20 minuti, spegnere il fuoco e lasciare riposare per altri 10 minuti, filtrare e aggiungere un cucchiaio di miele. Prenderne due tazze al giorno.

Clicca qui per vedere gli articoli sui vari disturbi fisici e i relativi rimedi naturali 

Naturopata Guglielmo Carbone      

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.