I migliori rimedi naturali per i calcoli biliari

Rimedi naturali per i calcoli biliari: i calcoli biliari sono dei cristalli presenti all’interno della cistifellea costituiti da colesterolo, da calcio o da bilirubina. Possono essere piccoli quanto un granello di sabbia o grandi come una pallina da golf e si formano per un eccesso di colesterolo, di calcio o di bilirubina nella bile presente nella cistifellea. Inizialmente sono asintomatici, ma se passano nei dotti biliari e li ostruiscono o se il problema diventa cronico allora il dolore che si avverte soprattutto nella parte destra dell’addome, diventa insopportabile.

Rimedi naturali per i calcoli biliari

Rimedi naturali per i calcoli biliari: fitoterapia

Succo con diversi componenti: i componenti di questo succo, grazie ai loro principi attivi, eliminano le sostanze che formano i calcoli biliari bloccandone la crescita e facilitando la loro espulsione. Si prendono 3 pomodori, 2 carote, 2 gambi di sedano, 4 ravanelli, 1 ciuffo di prezzemolo, una manciata di crescione e il succo di mezzo limone. Si mondano e si puliscono per bene e si mettono in un frullatore, si aggiunge dell’acqua per frullare più facilmente e si frulla il tutto fino a diventare omogeneo. Se ne beve una porzione al giorno.

Tarassaco: ha potere diuretico e depurativo quindi molto efficace per combattere la formazione dei calcoli biliari o per promuoverne l’eliminazione. L’infuso si prepara facendo bollire una tazza d’acqua (250 ml), si aggiunge un cucchiaio di tarassaco (10 g.), si spegne il fuoco e si lascia in infusione per 10 minuti, si filtra e si beve 3 volte al giorno.

Tè alla menta: taluni principi attivi della menta quali i terpeni facilitano il flusso della bile, impediscono ai calcoli biliari di ingrandirsi e ne facilitano l’espulsione. Si fa bollire una tazza d’acqua (250 ml), vi si aggiunge una manciata di foglie di menta e si spegne il fuoco, si lascia in infusione per 10 minuti, si filtra e si beve almeno per tre volte al giorno.

Boldo: nelle foglie e nella corteccia di questa pianta sono presenti degli alcaloidi che stimolano il funzionamento della cistifellea impedendo la formazione di calcoli e promuovendone una loro eventuale espulsione. Per preparare l’infuso si fa bollire una tazza d’acqua (250 ml), vi si aggiungono 6 foglie di boldo e si spegne il fuoco, quindi si lascia tutto a riposare per 10 minuti, dopodichè si filtra e si beve lentamente dopo colazione e dopo cena.

Cardo mariano: ha azione essenzialmente depurante e disintossicante soprattutto a carico del fegato e della colecisti, quindi impedisce la formazione dei calcoli biliari e qualora fossero già presenti, ne promuove l’eliminazione. Si fa bollire una tazza d’acqua (250 ml) e vi si aggiungono due semi tritati di cardo mariano (5 g.), spegniamo il fuoco e lasciamo in infusione per 10 minuti, filtriamo e beviamo l’infuso 2 volte al giorno dopo i pasti principali.

Rimedi naturali per i calcoli biliari

Clicca qui per vedere gli articoli sui vari disturbi fisici e i relativi rimedi naturali

Cari amici, ho un sogno meraviglioso: dare benessere a quante più persone possibile con l’utilizzo di prodotti completamente naturali e senza effetti collaterali o controindicazioni. Se volete, posso consigliarvi al meglio e in modo completamente gratuito sul trattamento dei vostri disturbi con l’impiego delle sole risorse della natura. Naturalmente non intendo assolutamente sostituirmi al vostro medico e i miei consigli non tenderanno mai a rimpiazzare gli eventuali farmaci da lui prescritti. Potete contattarmi, se volete, al 320/9323852.

Naturopata Guglielmo Carbone      

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.