Bromelina: descrizione

Bromelina: è un enzima ad attività proteolitica, cioè in grado di scindere le proteine negli aminoacidi che le costituiscono. È contenuta in tutto il frutto dell’ananas, anche se la maggior concentrazione è presente nel gambo. Il nome deriva da Bromeliaceae che è il termine con cui si indica la famiglia botanica a cui appartiene l’ananas. Della bromelina si conoscono quattro forme chimiche leggermente diverse, ma siccome le attività sono pressochè uguali, normalmente viene utilizzata la miscela nella forma naturale.

bromelina

La bromelina presente in commercio può essere di origine sintetica, cioè creata in laboratorio sotto forma di farmaco oppure può essere di origine naturale se estratta direttamente dall’ananas, in questo secondo caso si è visto che la miscela delle varie forme chimiche risulta più efficace della somministrazione di un unico principio attivo isolato.

Proprietà della bromelina

La bromelina, proprio per la sua attività proteolitica, è utile nella digestione di alimenti ricchi di proteine rivelandosi, per questo, molto indicata in casi di dispepsia. È capace di solubilizzare le placche aterosclerotiche presenti nelle pareti dei vasi sanguigni impedendo così la formazione di trombi e quindi prevenendo eventuali rischi di infarti o di ictus e, inoltre, ha dimostrato una certa efficacia nel trattamento delle vene varicose e nel trattamento dei disturbi del sistema circolatorio. È risultata particolarmente efficace nel trattamento di infiammazioni localizzate nei tessuti molli in conseguenza di traumi, nel trattamento di reazioni tissutali conseguenti ad operazioni e per il trattamento di edemi, cellulite, ecchimosi ed ematomi poiché promuove il riassorbimento degli stravasi emorragici. Per quanto riguarda l’attività antinfiammatoria, la bromelina non causa danni a livello gastrointestinale come i classici farmaci antinfiammatori tipo Voltaren perché, al contrario di questi, non blocca la cicloossigenasi e quindi la produzione di prostaglandine, ma, invece, incrementa la produzione di prostaglandine ad attività antinfiammatoria e blocca la produzione di quelle ad attività proinfiammatoria.

Controindicazioni all’uso della bromelina

La bromelina non va presa durante la gravidanza e l’allattamento, in caso di allergia all’ananas e in presenza di ulcera gastrica o duodenale. Ha interazioni con farmaci anticoagulanti o antinfiammatori di sintesi.

La bromelina, per le sue notevoli proprietà lipolitiche e anticellulitiche, entra come parte integrante nella composizione del “Rei dren” della “Biorei”, un eccezionale prodotto utilizzato per il drenaggio dei liquidi corporei.

Per una consulenza gratuita sui prodotti “Biorei” telefona a:

Naturopata Guglielmo Carbone

Telefono, WhatsApp o SMS 320/9323852                     Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.