Tessuti FIR: la nuova frontiera della salute

Tessuti FIR: i tessuti a tecnologia FIR sono dei tessuti costituiti da una particolare microfibra costituita da poliammide che in fase di fusione viene additivata con speciali microparticelle di materiali bioattivi; queste particelle si comportano come uno specchio reattivo riflettendo i raggi FIR emessi dal corpo umano e immettendoli di nuovo all’interno di questo; in questo modo l’azione benefica dei raggi FIR diventa più intensa e gli effetti positivi sul nostro corpo diventano più evidenti. Praticamente i tessuti a tecnologia FIR aiutano a prevenire, controllare e alleviare moltissime patologie senza alcun effetto collaterale, avvalendosi di meccanismi completamente naturali su tutte le cellule del nostro organismo che le rendono più pulite, più nutrite e, di conseguenza, più sane, più attive e più vitali. Da precisare però che i tessuti a tecnologia FIR si devono utilizzare in associazione ai farmaci prescritti dai medici e che solo in un secondo tempo, previo consulto medico, si può valutare la possibilità di riduzione dei farmaci o di una eventuale sospensione.

Tessuti FIR

Benefici dei tessuti FIR sul nostro corpo

Vediamo adesso i molteplici benefici che si possono avere dall’utilizzo dei tessuti in fibra FIR:

– Si è visto attraverso ricerche scientifiche che questi tessuti determinano un aumento istantaneo del sistema energetico aerobico e un miglioramento del flusso sanguigno al cuore conferendo al nostro organismo una maggiore resistenza durante le performance sportive.

– I tessuti FIR riflettono i raggi infrarossi soprattutto sulla pelle e quindi, ottimizzando l’idratazione del tessuto cutaneo, tendono a ridurre la presenza di cellulite e a prevenirne la comparsa. Inoltre, favorendo la produzione di antiossidanti, conferiscono alla pelle una maggiore salute ed elasticità con un evidente aspetto più sano e più giovanile e contribuendo ad eliminare eventuali imperfezioni provocate dal passare del tempo (rughe, macchie, cicatrici, colorito spento, ecc.).

– Il metabolismo viene migliorato e l’energia vitale del nostro corpo riattivata da queste fibre, ne deriva un maggior consumo di energia in modo del tutto naturale, con graduale eliminazione dei grassi superflui e con conseguente dimagrimento.

– Studi scientifici hanno dimostrato che individui affetti da poichilocitosi, una malattia del sangue caratterizzata da aspetto anormale dei globuli rossi, utilizzanti tessuti FIR rivelano una riduzione dei globuli rossi malformati, di conseguenza il trasporto di ossigeno e l’eliminazione dei prodotti di scarto nell’intero organismo migliora notevolmente.

– Questi tessuti, riflettendo i raggi FIR verso il corpo umano, danno una dolce sensazione di calore che tonifica il corpo e nello stesso tempo hanno un effetto termoregolatore in quanto mantengono costante la temperatura del corpo. Inoltre il corpo ne trae beneficio guadagnando in tono, vigore ed estetica in quanto subisce anche un effetto di ringiovanimento.

– Nel punto di applicazione di questi tessuti si avverte una sensazione di riscaldamento, questo sta ad indicare che avviene una operazione di stimolazione della microcircolazione con relativo beneficio della circolazione sanguigna in tutto il corpo.

Quindi l’utilizzo degli indumenti a tecnologia FIR, e in particolare quelli dell’azienda BIOREI, apporta tantissimi benefici sia a livello fisico, che mentale, che psichico. Il mio consiglio da naturopata scientifico è quello di utilizzare il più presto possibile questi indumenti fondamentali per la salute di noi tutti.

Per eventuali informazioni o prenotazioni dei prodotti Biorei rivolgersi a:

Naturopata Guglielmo Carbone

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.