Olio essenziale di chiodi di garofano

Olio essenziale di chiodi di garofano

Olio essenziale di chiodi di garofano: generalità

Olio essenziale di chiodi di garofano: i chiodi di garofano vengono prodotti dall’Eugenia Caryophillata, un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Myrtaceae; praticamente i chiodi di garofano rappresentano i boccioli dei fiori raccolti quando il loro calice diventa rosso. L’olio essenziale di garofano viene ricavato mediante distillazione ad acqua o in corrente di vapore dai chiodi di garofano stessi, dalle foglie e dagli steli.

La nota che caratterizza l’olio essenziale di chiodi di garofano è la nota di cuore e il suo profumo è caldo e speziato.

olio essenziale di chiodi di garofano

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di chiodi di garofano

È un antibatterico ad ampio spettro grazie alla presenza di elevate quantità di eugenolo. Il suo impiego principale in questo senso è relativo alla purificazione dell’aria di stanze chiuse e per suffumigi in caso di infezioni delle vie aeree superiori. È anche un antivirale con effetti importanti nei riguardi dell’herpes simplex, del virus del morbillo di quello della poliomielite di tipo 1. Ha spiccata attività antidolorifica, è usato soprattutto per combattere il mal di denti in caso di carie. È rilassante della muscolatura liscia intestinale quindi molto utile in caso di dolori addominali dovuti a crampi addominali o a spasmi muscolari. Il suo aroma combatte la stanchezza mentale, la sonnolenza e la difficoltà di concentrazione. Inoltre infonde una piacevole sensazione di benessere e di energia.

Applicazioni pratiche dell’olio essenziale di chiodi di garofano

– Diffusione ambientale: mettere una goccia di olio essenziale per ogni mq della stanza in un diffusore di aromi; serve per disinfettare la stanza in cui si soggiorna nel caso in cui vi si trovino dei virus influenzali.

– Soluzione per sciacqui: sciogliere 3 gocce di olio essenziale in un cucchiaino di aceto di mele, versare questo in un bicchiere d’acqua e fare sciacqui nella bocca; serve per disinfettare la bocca, in particolare le gengive, e far cicatrizzare eventuali ferite.

– Massaggi: sciogliere 2 gocce di olio essenziale in un cucchiaio di olio vegetale, con questa soluzione massaggiare l’addome in caso di spasmi intestinali o dolori alla muscolatura. Determina l’insorgenza di un piacevole calore che scioglie le tensioni muscolari.

– Mal di denti: mettere 2 gocce di olio essenziale in un cucchiaino di aceto di mele, mescolare e inzuppare un  batuffolo di cotone e applicare questo sul dente dolorante.

Controindicazioni all’uso dell’olio essenziale di chiodi di garofano

A bassi dosaggi può essere irritante su cute e mucose, mentre a dosaggi più elevati può causare epatotossicità. Non usare in caso di dermatiti, gastriti ed enteriti. Non usare durante la gravidanza e l’allattamento.

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.

Ganoderma

Ganoderma