Olio essenziale di cajeput

Olio essenziale di cajeput

Olio essenziale di cajeput: generalità

Olio essenziale di cajeput: viene ricavato mediante distillazione in corrente di vapore dalle foglie della Melaleuca leucadendron, un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Mirtaceae.

La nota che caratterizza l’olio essenziale di cajeput è la nota di testa e il suo profumo è fresco, balsamico e dalla tonalità leggermente fruttata.

olio essenziale di cajeput

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di cajeput

L’olio essenziale di cajeput è un ottimo antibiotico, è molto attivo contro batteri responsabili di influenza, febbre e affezioni delle vie respiratorie in genere. Combatte anche funghi e batteri che si annidano nel tratto urogenitale e quindi molto utile in caso di cistiti, uretriti e affezioni del canale vaginale. Ha un effetto balsamico in quanto svolge attività mucolitica ed espettorante molto efficace in caso di infiammazioni dell’apparato respiratorio che comportano raffreddore, mal di gola e tosse. Ha proprietà analgesiche, se viene massaggiato su parti doloranti si dimostra un ottimo antinfiammatorio e quindi utile nel mal di testa, nei dolori articolari, nelle artriti, nevralgia e gotta. È anche un antiparassitario in quanto combatte i parassiti intestinali ed è anche un repellente di pulci, pidocchi e zanzare. Ha azione vasoprotettrice, decongestiona e tonifica l’apparato circolatorio ed è utile in caso di emorroidi e vene varicose. È utilizzato anche come lenitivo della pelle in quanto calma rossori e irritazioni in caso di affezioni cutanee come dermatosi o affezioni gengivali.

Applicazioni pratiche dell’olio essenziale di cajeput

– Diffusione ambientale: mettere in un diffusore una goccia di olio essenziale per ogni mq dell’ambiente, serve per purificare l’aria e per combattere funghi e batteri presenti nelle vie respiratorie e nelle tratto urogenitale.

– Pomata balsamica: mettere alcune gocce in una crema neutra e mescolare bene. Passare nel petto questa pomata e massaggiare per tre volte al giorno, coprire con un panno di lana caldo. Questo trattamento è indicato in caso di tossi spasmodiche.

– Suffumigi: mettere 10 gocce di olio essenziale in una bacinella d’acqua ben calda, coprire la testa con un asciugamano e inspirare profondamente il vapore che ne emana. Utile in caso di bronchite, sinusite e congestione delle vie respiratorie.

– Antiparassitario: mettere una goccia in un cucchiaio di miele ed assumerlo due volte al giorno dopo i pasti principali. E’ utile per combattere i parassiti intestinali.

Controindicazioni all’uso dell’olio essenziale di cajeput

L’olio essenziale di cajeput non presenta alcuna controindicazione di rilievo, tuttavia si consiglia di agire con cautela durante la gravidanza.

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.

Ganoderma

Ganoderma