Olio essenziale di origano

Olio essenziale di origano

Olio essenziale di origano: generalità

Olio essenziale di origano: viene ricavato mediante distillazione in corrente di vapore dalle sommità fiorite di Origanum vulgare, una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Lamiacee

La nota che caratterizza l’olio essenziale di origano è la nota di base, ha una tonalità ambrata e dall’odore pungente.

Olio essenziale di origano

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di origano

Le sue proprietà principali sono quelle antivirali e antinfiammatorie che lo rendono uno dei più efficaci antibiotici naturali presenti in natura. Per il suo potere antisettico viene utilizzato soprattutto nelle infezioni da ogni tipo di virus. Risulta efficace nei casi di asma, di bronchite cronica e come fluidificante del muco. Ha azione stomachica, cioè in caso di digestione difficoltosa favorisce la secrezione di succhi gastrici rendendo quindi più agevole la digestione; è anche un carminativo poiché favorisce la liberazione di aria dall’intestino in caso di meteorismo e di flatulenza. Ha una buona attività analgesica e antalgica in caso di mal di denti.

Applicazioni pratiche dell’olio essenziale di origano

– Suffumigi: 2 – 3 gocce di olio essenziale diluite in una bacinella di acqua ben calda, coprirsi la testa con un asciugamano e respirare i vapori dell’acqua per raffreddori, bronchi e tosse.

– Massaggi sul petto: diluire 2 – 3 gocce di olio essenziale in un cucchiaio di olio di mandorle dolci e massaggiare sul petto in caso di asma, bronchite e allergie.

– Massaggi sull’addome: diluire 2 – 3 gocce di olio essenziale in un cucchiaio di olio vegetale e massaggiare sull’addome in caso di disturbi digestivi.

– Massaggi localizzati sulla cute: in caso di cellulite e di disturbi alla circolazione linfatica, sempre con la diluizione precedente. Utilizzato sempre allo stesso modo, può essere utile in caso di inestetismi cutanei come acne e punti neri, in caso di punture d’insetti allevia il prurito e l’arrossamento.

– Sciacqui orali: diluire 2 gocce di olio essenziale in un bicchiere d’acqua e utilizzare come collutorio in caso di infezioni del cavo orale.

– Artriti e reumatismi: massaggi localizzati nei punti interessati, sempre con la diluizione precedente.

– Cuoio capelluto: frizionato sul cuoio capelluto, sempre con la stessa diluizione, elimina i pidocchi, rallenta la caduta dei capelli e ne stimola la ricrescita.

Controindicazioni all’uso dell’olio essenziale di origano

L’olio essenziale di origano non va assunto dai bambini e dalle donne durante la gravidanza e l’allattamento. Deve essere sempre utilizzato previa diluizione e il dosaggio non deve mai essere elevato.

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.

Ganoderma

Ganoderma