Olio essenziale di noce moscata

Olio essenziale di noce moscata

Olio essenziale di noce moscata: generalità

Olio essenziale di noce moscata: viene ricavato mediante distillazione in corrente di vapore dal seme (noce moscata) di Myristica fragrans, un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Myristicaceae.

La nota che caratterizza l’olio essenziale di noce moscata  è la nota di cuore con il suo profumo fortemente aromatico.

olio essenziale di noce moscata

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di noce moscata

È un potente antiossidante in quanto ricco di sali minerali come rame, potassio, zinco, ferro, calcio e di vitamine del gruppo B, vitamine del gruppo A e C; questa azione si esplica sulla muscolatura, sulla pelle e soprattutto sui capelli che vengono resi più forti, più lucenti e più vitali. Grazie alla sua azione riscaldante, calma i dolori reumatici e, inoltre, elimina le tossine e scioglie la muscolatura irrigidita. È un carminativo, cioè promuove la liberazione dell’aria presente nello stomaco e nell’intestino e migliora la digestione. È un disinfettante dell’apparato gastrointestinale e quindi combatte le infezioni intestinali e quindi eventuale disbiosi e diarrea. Agisce a livello del sistema nervoso centrale contrastando stati ansiosi, stress e sbalzi d’umore.

Applicazioni pratiche dell’olio essenziale di noce moscata

Antireumatico: sciogliere 3 gocce di olio essenziale in un cucchiaio di olio di calendula e massaggiare nella zona dolente.

Bagno rilassante: per un effetto rilassante nel sistema nervoso e in tutta la muscolatura, mettere 10 gocce di olio essenziale nell’acqua del bagno e agitare bene.

Maschera purificante per capelli grassi: prendere un cucchiaio di argilla verde, aggiungere poca acqua calda, 5 gocce di olio essenziale di noce moscata e 2 gocce di olio essenziale di rosmarino. Applicare il composto sui capelli umidi, lasciare agire per almeno 10 minuti e poi risciacquare.

Controindicazioni all’uso dell’olio essenziale di noce moscata

Quest’olio essenziale usato puro può causare effetti tossici specialmente sulla pelle, quindi deve essere sempre diluito in un olio vettore.

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.

Ganoderma

Ganoderma