Spiaggia e camminata veloce: ovvero fare del “beach walking”

Si chiama “beach walking”, cioè “camminata in spiaggia” ed è il nuovo modo di fare movimento senza stancarsi troppo, senza rischiare nessun tipo di inconveniente fisico e, soprattutto, migliorando non solo la forma fisica, ma anche quella psichica e mentale.

Beach walking” vuol dire camminare sulla spiaggia, in riva al mare, a passo svelto e meglio se in compagnia di qualche amico o amica o del proprio partner e meglio ancora se a piedi nudi a contatto diretto con la sabbia o con l’acqua del mare. Una importante regola da seguire per gli amanti del “beach walking”, del camminare sulla spiaggia, è quella di andare in spiaggia al mattino presto o nel tardo pomeriggio, cioè in quegli orari in cui la temperatura non è troppo elevata; inoltre si deve preferire camminare sul bagnasciuga in modo che l’onda che sopravviene possa eseguire un continuo e rilassante massaggio ai piedi i cui benefici si estendono a tutte le gambe e poi a tutto il corpo.

Oltre a fare bene al corpo, camminare sulla spiaggia migliora l’umore grazie al maggiore afflusso di sangue al cervello; inoltre il contatto con l’acqua ci fa ritornare inconsciamente al periodo precedente la nascita, quando eravamo immersi nel liquido amniotico e quindi questo contatto ci fa rivivere quelle piacevoli sensazioni di accoglienza e di protezione caratteristiche della permanenza nel grembo materno e che ora determinano nell’individuo adulto dei benefici soprattutto in termini di rilassamento mentale, fondamentale per ricaricarsi di energie ed essere pronti per nuove sfide. Infine, sempre da un punto di vista psicologico, il camminare sulla spiaggia rappresenta quel momento in cui ci dedichiamo a noi stessi, è più facile la riflessione e ci rende più consapevoli di noi stessi, tutti effetti che determinano dei benefici per la nostra mente.

Ma quali sono le altre qualità benefiche del “beach walking”, il camminare sulla spiaggia

Camminare sulla sabbia, sia asciutta che bagnata, ci consente di consumare più calorie rispetto alla camminata sull’asfalto perché richiede sicuramente uno sforzo fisico maggiore; inoltre la camminata ci consente di ottenere gli stessi risultati della corsa senza tuttavia stressare assolutamente, come avviene con questa, gli organi direttamente interessati.

Camminare sulla spiaggia riduce lo stress, aiuta a liberare la mente dai pensieri negativi e migliora le emozioni contribuendo enormemente al benessere mentale e psichico.

Camminare sulla spiaggia, siccome avviene, nella stragrande maggioranza dei casi, sotto il sole, determina un aumento della formazione e dell’utilizzo di vitamina D, una sostanza fondamentale per la salute delle ossa.

La camminata sulla spiaggia, se fatta a piedi nudi, aiuta a riattivare e a tonificare i muscoli delle gambe, a mantenere in uno stato ottimale la funzionalità delle articolazioni e a rendere più forti ed elastici i tendini e i ligamenti.

Camminare sulla spiaggia, soprattutto se a piedi nudi, consente alla sabbia di fare un leggero e piacevole massaggio sotto la pianta del piede determinando un certo rilassamento e un effetto rigenerante per tutto il corpo. Questo tipo di massaggio è importantissimo anche per determinare un certo grado di ritorno venoso e quindi migliorare la circolazione sanguigna con notevoli benefici soprattutto per le vene delle gambe. Questa azione consente anche di contrastare il ristagno dei liquidi negli arti inferiori determinando una diminuzione dello stato di affaticamento e di stanchezza  causati da una cattiva circolazione. Ancora il massaggio che avviene sotto le piante dei piedi, grazie all’operato dei granellini di sabbia, determina un effetto esfoliante sulla pelle con eliminazione delle cellule morte che altrimenti impedirebbero il ricambio di queste cellule con quelle vive.

Camminare sulla spiaggia migliora il tono dell’umore e ci rende ancora più socievoli e, se si effettua insieme ad altre persone, consente di allontanare lo stress e le tensioni emotive che potrebbero portare a conseguenze dannose sulla nostra psiche.

Infine la camminata sulla spiaggia determina la liberazione di endorfine, sostanze prodotte dal cervello che favoriscono il rilassamento e il buonumore, con il risultato di controllare meglio le reazioni emotive negative come le tensioni nervose, le preoccupazioni e l’ansia.

Clicca qui per vedere altri articoli sulla bellezza

Naturopata Guglielmo Carbone

Diploma

Attestato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.