Gianni e i suoi problemi dovuti all’ipertrofia prostatica

Ipertrofia prostatica: Gianni ha 59 anni, fa il consulente di una azienda importante e spesso fa dei colloqui a casa di eventuali clienti. Da qualche mese avverte frequentemente lo stimolo ad urinare, ma elimina poche gocce di urina per volta, questa situazione gli causa non pochi disagi sia in ufficio con i colleghi e sia quando e a casa dei clienti. Il suo medico, sospettando che si tratti di problemi alla prostata, gli fa fare l’esame al PSA, l’antigene prostatico specifico, cioè una sostanza prodotta della prostata che, se alterata, rivela eventuali anomalie di quest’organo. L’esame rivela un PSA un po’ alto, quindi si è in presenza di ipertrofia prostatica benigna; l’urologo dice che non è niente preoccupante e che, per il momento, non occorre nessuna terapia.

Il mio consiglio per l’ipertrofia prostatica di Gianni? Il Ganoderma lucidum

ipertrofia prostatica

 

 

 

 

 

 

 

Gianni si tranquillizza perché credeva che fosse qualcosa di grave, tuttavia non riesce a sopportare l’incombenza di andare in bagno almeno ogni mezz’ora e allora decide di rivolgersi a qualcuno che gli possa consigliare dei rimedi naturali per l’ipertrofia prostatica che possano in qualche modo attenuare il suo problema; la sua scelta cade su di me. Io naturalmente gli consiglio la micoterapia e in particolare il Ganoderma lucidum in associazione al Cordyceps. Questi due funghi hanno la capacità di bloccare la produzione di testosterone a livello locale e, con questa azione, impediscono l’aumento di volume della prostata in quanto il testosterone è il principale responsabile dell’ipertrofia prostatica.

Ho detto che il Ganoderma lucidum e il Cordyceps agiscono a livello locale nel senso che hanno un’azione specifica proprio sul testosterone che va ad agire specificatamente sulla prostata e che quindi non hanno un’azione generalizzata su tutto l’organismo, in questo modo mantengono inalterate la virilità maschile, la sessualità e la forza muscolare in quanto anche queste dipendono dal testosterone. Questo effetto non avviene con i farmaci che invece, avendo un’azione generalizzata, deprimono oltre che l’ipertrofia prostatica, anche la virilità, la sessualità e la forza muscolare. Inoltre il Ganoderma lucidum e il Cordyceps, a differenza dei farmaci, non danno nessun effetto collaterale.

Gianni guarisce dall’ipertrofia prostatica grazie al Ganoderma lucidum

ipertrofia prostatica

 

 

 

 

 

 

 

 

Gianni decide di seguire questo trattamento e si accorge che già dopo nemmeno un mese dall’inizio inizia a vedere i primi miglioramenti, gli stimoli ad urinare diventano gradualmente meno frequenti e la qualità della sua vita migliora di giorno in giorno; dopo tre mesi Gianni fa di nuovo gli esami del PSA e si accorge che i valori sono tornati completamente nella norma così come anche gli stimoli ad urinare sia di giorno che di notte. E tutto questo grazie al Ganoderma lucidum e al Cordyceps.

Clicca qui per vedere altri articoli sul Ganoderma lucidum

ipertrofia prostatica

Naturopata Guglielmo Carbone

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

    

Diploma

Attestato

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.