Caratteristiche dell’echinacea officinale

Echinacea officinale: l’echinacea officinale appartiene alla famiglia delle Composite. Le sue proprietà più conosciute sono legate alle sue attività immunostimolanti e antivirali, quindi potenzia il sistema immunitario evocando un’azione preventiva e curativa soprattutto verso le malattie da raffreddamento.

Proprietà dell’echinacea officinale

echinacea officinale

 

 

 

 

 

 

Viene utilizzata soprattutto la radice in quanto questa contiene polisaccaridi che sono i principali responsabili delle sue proprietà immunostimolanti e che quindi le conferiscono le ben note capacità di proteggere adeguatamente l’organismo contro gli attacchi batterici e virali. La sua azione si esplica soprattutto attraverso l’attivazione dei leucociti e in particolare dei linfociti, dei granulociti neutrofili e dei monociti, sono tutte cellule che entrano nella costituzione del sistema immunitario la cui funzione essenziale è quella di fagocitare, cioè di inglobare dentro di esse e di distruggere gli agenti estranei che possono essere dannosi per l’organismo come i batteri, i virus, i funghi, ecc.

L’echinacea contiene flavonoidi come la quercetina e la luteolina ad azione antidepressiva e sedativa; acido caffeico e acido cicorico ad azione antivirale consistente nell’ostacolare la penetrazione del virus nelle cellule sane; echinacoside ad azione batteriostatica e antibiotica, cioè in grado di inibire la replicazione batterica; echinaceina conferisce alla pianta proprietà antinfiammatorie corticosimili.

L’uso regolare di echinacea consente di prevenire e di curare le malattie da raffreddamento come febbre, infezioni del sistema respiratorio con raffreddore e tosse e infezioni del sistema urinario con cistite.

 Modalità d’uso dell’echinacea officinale

echinacea 3

 

 

 

 

 

 

 

USO INTERNO
DECOTTO1 cucchiaio raso di radici di echinacea, 1 tazza d’acqua 
Versare la radice sminuzzata nell’acqua fredda, accendere il fuoco e portare a ebollizione. Far bollire qualche minuto e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min. Filtrare l’infuso e berlo.
500-750 mg di estratto secco in capsule o compresse somministrate 2 volte al giorno lontano dai pasti, oppure 400mg una volta al giorno per prevenire stati influenzali.
Tintura madre: 30-40 gocce 2 volte al giorno lontano dai pasti, oppure 30 gocce 1 volta al giorno per l’azione immunostimolante preventiva

Viene usata anche per la preparazione di pomate e di lozioni per la pelle, infatti per la sua azione immunostimolante, protettiva e antinfiammatoria può essere utilizzata in questo modo in caso di cicatrici, di afte, di ulcere e di dermatiti in genere. Ha spiccate capacità di accelerare la rigenerazione tissutale e di localizzare l’infezione.

 Controindicazioni all’uso dell’echinacea officinale

echinacea 1

 

 

 

 

 

 

Gli effetti immunostimolanti dell’echinacea la rendono controindicata in pazienti in terapia immunosoppressiva (trapianti, malattie autoimmuni).

Clicca qui per vedere gli altri articoli sulle piante curative

Naturopata Guglielmo Carbone      

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

Diploma

Attestato

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.