Università Popolare di Scienze della Salute, Psicologiche e Sociali

(Uni.Psi)

Corso Triennale in Scienze Naturopatiche (Modulo 1)

Argomento esame: lezione 3/7                 Allievo: Guglielmo Carbone

Esprimere il proprio punto di vista sul ruolo della biochimica nell’attività di cura della salute

salute

 

 

 

 

 

 

Iniziamo con una precisazione: “Soltanto i medici possono utilizzare la biochimica a scopo terapeutico”. Altre categorie professionali o meno, ma comunque molto vicine alla medicina come i farmacisti, i biologi, gli erboristi o i naturopati, possono semplicemente fornire una consulenza, ma non possono assolutamente fare diagnosi o prescrivere una terapia. Se prendiamo come esempio l’alimentazione, ci sono dei professionisti che, pur non essendo medici, hanno sicuramente una conoscenza della materia migliore di questi, ma nonostante ciò non possono approntare diete o prescrivere rimedi naturali e se lo fanno violano la legge e sono soggetti a sanzioni; la loro prerogativa è solo quella di fornire consulenza. Gli stessi farmacisti possono solo fornire informazioni sulle varie caratteristiche dei farmaci e dei prodotti naturali che essi hanno sugli scaffali, ma non possono assolutamente fare diagnosi o prescrivere rimedi in quanto questi compiti devono essere solo a carico del medico scientifico.

salute 1

 

 

 

 

 

Ormai vediamo che le farmacie, le erboristerie e, addirittura, anche i supermercati sono fornitissimi di integratori alimentari e rimedi vari che possono essere venduti liberamente; chiunque, in merito a quello che avverte fisicamente e in base alle sue conoscenze o relativamente ai consigli di qualche persona da lui ritenuta competente, può comprare uno qualsiasi di questi prodotti e assumerne quanto ne vuole.

In questo modo si va a diffondere sempre più la convinzione che la biochimica, agendo in maniera mirata sui processi biochimici dell’organismo, possa consentire di curare i vari disturbi, possa dare energia fisica, migliorare le funzioni intellettive, rallentare l’invecchiamento, ecc. senza che vi sia la necessità della partecipazione attiva e della consapevolezza da parte di chi quei prodotti li assume e senza considerare la forza di volontà, le aspirazioni, i progetti di vita di quella determinata persona.

salute 2

 

 

 

 

 

 

Dobbiamo tenere sempre conto però che un farmaco o un prodotto naturale che viene introdotto nel nostro organismo di per sé agisce solo a livello biochimico e i risultati sono limitati soltanto a questo livello. Per avere dei risultati veramente importanti e a tutti i livelli occorre che la persona  che va ad assumere quelle sostanze sia consapevole di quello che fa, che abbia un obiettivo ben preciso da raggiungere e un programma ben preciso da attuare. La biochimica da sola può agire sui processi biochimici, sulle molecole, sulle cellule, ecc., ma l’essere umano non è soltanto un insieme di molecole o di cellule, esso va considerato nel suo insieme di corpo, mente e spirito.

Guglielmo Carbone