Intervista rilasciata dal Dott. Paolo Trombaccia

Dott. Paolo Trombaccia Errico
Medico-Chirurgo
Esperto Intolleranze Alimentari e Dietologia Allergologica
Medicina Estetica, Medicina Olistica-Psicosomatica

Autore di diversi libri sul Ganoderma Reishi

Dott. Paolo Trombaccia, può dirci un po’ di quello che fa?

Sono un chirurgo-medico ..nel senso che ho cominciato come chirurgo alla scuola di grandi professori come Francesco Negro e Francesco Fumo e via via sono passato alla medicina dicendomi… “voglio impegnarmi affinché le persone  non arrivino sul letto operatorio”. E devo dire che molte volte sono riuscito nell’intento riuscendo a prevenire lo sviluppo di gravi situazioni

Dott. Paolo Trombaccia, come ha iniziato a lavorare nel mondo della nutrizione e della dieta a base di Ganoderma?

Questo della nutrizione fa parte proprio del percorso mio di crescita sia medica sia filosofica. Cercare di migliorare la qualità della vita della gente per evitare la “malattia” significa anche migliorarne l’alimentazione. Ecco quindi come nasce il mio interesse per la dietologia ortomolecolare  e psicosomatica. Il detto NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO lo dovrebbero scrivere all ingresso di tutte le facoltà di Medicina.

Dott. Paolo Trombaccia, quando ha deciso che il mondo della nutrizione, e in particolare la Ricerca sul Ganoderma Reishi, era la cosa giusta per lei?

Dopo aver testato su di me i benefici del Ganoderma Lucidum

Dott. Paolo Trombaccia

Dott. Paolo Trombaccia, che suggerimento può dare ai nostri lettori per capire se uno stile di vita che preveda buona nutrizione e una dieta a base di Ganoderma è giusto per loro?

Semplicemente capire se la mattina si  sentono bene.. tonici.. forti… riposati… senza mal di testa… senza bocca impastata.. senza coliche addominali e pronti quindi ad affrontare con grinta la.giornata. Se al contrario qualcuno di questi aspetti negativi prevale e persiste… significa che non stanno alimentandosi bene.

Dott. Paolo Trombaccia, quali sono le principali 3 o 5 aree in cui ci si dovrebbe concentrare per una dieta a base di Ganoderma che dia i risultati desiderati?

Ne basta uno..il principale: voler migliorare sé stessi! Non solo nella silhouette del corpo, ma principalmente in quella dell’anima.

Quale è la migliore pratica che un principiante deve far all’inizio per garantirsi una “partenza vincente”?

La stessa che si ha nel voler fare il bagno in una splendida acqua cristallina che però è molto fredda. C’è chi trattiene il respiro e si getta in un attimo e chi si immerge lentamente. Dipende dalle nostre nature. L’importante è assecondarle e sapere che dopo i brividi iniziali si nuoterà in un meraviglioso senso di freschezza.

Può consigliare qualche tecnica/strategia davvero di qualità per i nostri visitatori?

La prima, quella più importante e di qualità è fare un test per le intolleranze alimentari e capire quale alimento va eliminato immediatamente per evitare di continuare ad intossicarsi con esso.

Qual è la sua tecnica preferita per aumentare la possibilità di successo nel far seguire la dieta a base di Ganoderma?

Semplicemente chiedere alle persone che vogliono intraprendere un percorso di almeno 40 giorni: “vuoi migliorarti? vuoi capire chi sei?.. Inizia una decade di alimentazione diversa, più sana, ma soprattutto a base di Ganoderma lucidum!!” .

Dopo la prima decade cominciano di solito a sentirsi così bene che non lasciano più il percorso e lo continuano per sempre.

Suggerirebbe ai nostri visitatori di far uso al posto del caffè, the, e cioccolata classici, quelli arricchiti con il Ganoderma reishi? No-Si Perché?

Io lo faccio da quando ho cominciato a provarli. Ce ne sono ormai alcuni commercializzati da aziende serissime che hanno una qualità eccezionale unita a un gusto eccellente. Io personalmente non li lascerò più.

Quali sono le insidie e gli errori comuni a cui i nostri visitatori dovrebbero far attenzione, e come si possono evitare?

Pensare di cominciare la solita dieta restrittiva con i grammi e le ricette.

Qual è la sfida più difficile che ha dovuto affrontar da quando ha iniziato ad aiutar le persone a curar la propria nutrizione?

Cambiare lentamente le abitudini devianti e deviate.

La differenza tra un buon integratore di Ganoderma e un eccellente integratore al Ganoderma?

La forza della penetrazione nel nostro organismo.

Qual è il suo momento preferito della giornate per usare le bevande al Ganoderma?

Tutti

Quale sarebbe a suo avviso la tecnica più potente per ottenere uno stato di benessere psico-fisico?

Ora che conosco il Ganoderma lucidum posso dire tranquillamente:

  • Colazione al Ganoderma,
  • Mattinata di lavoro o studio,
  • Caffè dopo pranzo al Ganoderma,
  • Pomeriggio di lavoro più soft, sport o meditazione verso le 18-19
  • Cena leggera e tazza di bevanda al Ganoderma presonno o pre…qualche altra attività da svolgere a letto! ahahah… sarebbe davvero una GIORNATA IDEALE.

Quali potrebbero esser alcuni realistici obiettivi a lungo e breve termine per i nostri visitatori?

Dipende dai problemi che hanno.

Diciamo che sarebbe interessante cominciare a seguire insieme le fasi di miglioramento.

Non so… potrebbero confrontare le foto del prima e dopo l’uso di prodotti al Ganoderma o della dieta a base di Ganoderma. Magari analisi cliniche di laboratorio ecc. ecc.

Quali sono stati alcuni dei suoi obiettivi nella fase iniziale?

Diffondere le mie idee per prevenire problemi successivi.  Cambiare un atteggiamento insidioso e nocivo, anche il più banale, e farne assumere altri più salutari significa far fare un passo avanti all’umanità. Pensate al banalissimo quanto efficacissimo divieto del fumo nei locali pubblici che cosa sta generando… una riduzione delle patologie da fumo passivo!

Si sente spesso parlare di antiossidanti. Che cosa significa e come può influenzare i nostri visitatori?

È un discorso lungo e noioso per i non addetti ai lavori. Diciamo solo che la ossidazione cellulare porta alla morte chimica di quella cellula per un processo detto di ossido-riduzione, come avviene spesso nelle malattie degenerative croniche neurologiche, cardiovascolari, epatiche e in molti tumori.

Prevenire questo fenomeno significa prevenire tali malattie e allungare e migliorare la qualità della vita.

Il Ganoderma appunto ha poteri antiossidanti immensi.

Qual è la prima cosa che raccomanda di fare ai nostri visitatori subito dopo aver letto questa intervista?

Cosa volete che vi dica? Cominciare a provare le bevande al Ganoderma e testare gli effetti benefici su sé stessi.

Quale tendenza vede nel prossimo futuro sul mondo della nutrizione e prevenzione?

Ah… se davvero il Ganoderma, cosi come tanti altri prodotti della natura, prenderanno il sopravvento nelle nostre vite, è possibile che ci sarà da un punto di vista alimentare e nutrizionale un buon miglioramento della prevenzione medica. Speriamo che parallelamente la società impari a non devastare la natura in qualche altro modo tossico.

Per concludere, cosa dovrebbero far i nostri lettori-ascoltatori per i prossimi 30 giorni, 90, 100 giorni?

Beh da quanto detto finora, chiedersi se:

  1. si sentono in forma
  2. e se invece hanno bisogno di un cambiamento.

Nel secondo caso, visto che stiamo parlando da un quarto d’ora di dieta a base di bevande al Ganoderma e di Ganoderma lucidum come connubio disintossicante, credo proprio sia giunto il momento di iniziare a provarli entrambi.

Clicca qui per vedere altri articoli sul Ganoderma lucidum

Naturopata Guglielmo Carbone

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

 

Diploma

Attestato

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.