Il Ganoderma lucidum e la menopausa come non malattia

Il Ganoderma lucidum e la menopausa: innanzitutto dobbiamo dire che la menopausa non è una malattia, ma un periodo della vita che può essere sgradevole o negativo a causa di cambiamenti che avvengono nel fisico di ogni donna, ma che deve essere vissuto serenamente

menopausa

 

 

 

 

 

 

 

Certo i sintomi possono essere fastidiosi e certe volte insopportabili e molte volte le donne ricorrono a determinati farmaci per alleviarli, ma non dimentichiamo che i farmaci hanno sempre degli effetti collaterali che possono provocare altre problematiche anche molto gravi a livello fisico.

Esistono dei rimedi completamente naturali che riescono ad alleviare i sintomi della menopausa senza provocare nessun tipo di effetto collaterale e tra questi rimedi quello che si è accertato di gran lunga il più efficace è il Ganoderma lucidum.

Il Ganoderma lucidum e la menopausa: sintomi

Il Ganoderma lucidum e la menopausa

 

 

 

 

 

 

 

Vediamo innanzitutto quali sono i principali sintomi della menopausa. Si possono distinguere in:

1) Sintomi neurovegetativi quali le vampate di calore, i disturbi del sonno,la sudorazione notturna, le palpitazioni o la tachicardia e le vertigini.

2) Sintomi psicoaffettivi quali nervosismo, ansia, difficoltà di concentrazione, instabilità d’umore e demotivazione. Quindi, come possiamo ben vedere, sono tutti segni che vanno ad interessare sia la sfera fisica che quella psichica e che potrebbero avere una evoluzione anche grave.

Come abbiamo detto prima molte donne per alleviare questi sintomi ricorrono frequentemente a dei farmaci e soprattutto a pillole a base di ormoni; l’assunzione di queste pillole comporta il pericolo cinque volte maggiore di ammalarsi di cancro al seno o di incorrere in infarto cardiaco o ictus. A questo punto una semplice riflessione: se ci sono dei prodotti naturali che hanno gli stessi effetti dei farmaci se non superiori nel ridurre i disturbi della menopausa senza tuttavia avere quei pericolosi effetti collaterali, perché non utilizzarli?

Il Ganoderma lucidum e la menopausa: azioni

menopausa 2

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra questi prodotti naturali sicuramente quello più efficace e senza effetti collaterali è sicuramente il Ganoderma lucidum.

Sappiamo che il Ganoderma lucidum è tra i più potenti adattogeni naturali, questo vuol dire che rende l’organismo più resistente alle sollecitazioni sia esterne che interne, nel nostro caso si è visto che regola la temperatura corporea evitando le vampate di calore e la sudorazione notturna tipiche della menopausa. Il Ganoderma lucidum ha azione sul metabolismo corporeo determinando un maggior consumo di grassi e quindi impedendo di fatto un eventuale aumento di peso. Agisce sulla circolazione sanguigna riducendo notevolmente il rischio di malattie cardiovascolari come infarti o ictus. Il Ganoderma lucidum ha proprietà analgesiche e sedative e per questo durante la menopausa attenua lo stress, il nervosismo, l’ansia e i disturbi del sonno.

menopausa 1

 

 

 

 

 

 

 

Come possiamo ben vedere il Ganoderma lucidum può avere un ruolo fondamentale anche nell’alleviare i disturbi legati alla menopausa senza provocare nel fisico alterazioni di nessun tipo e, quindi, assicurando una salute perfetta e senza pericoli di sorta per il futuro.

UNA RACCOMANDAZIONE: FATE MOLTA ATTENZIONE NELLO SCEGLIERE LA MIGLIORE QUALITA’ DI GANODERMA LUCIDUM; SUL MERCATO SI POSSONO TROVARE PRODOTTI MOLTO SCADENTI.
PER UN EVENTUALE CONSULTO COMPLETAMENTE GRATUITO O PER ULTERIORI INFORMAZIONI SUL GANODERMA LUCIDUM POTETE TELEFONARMI AL 320 9323852 0 SCRIVERMI SU “guglielmocarbone2.0@gmail.com”

Clicca qui per vedere altri articoli sul Ganoderma lucidum

Naturopata Guglielmo Carbone

WhatsApp o SMS 320/9323852                                         Facebook: Naturopata Guglielmo Carbone

Sito web: www.salutebenesserebellezza.it                    Facebook: Salute, benessere e bellezza

Diploma

Attestato

 

Nota informativa: i contenuti di questo sito hanno carattere informativo e non si sostituiscono in alcun modo alla valutazione di un medico, nè ad eventuali terapie in atto. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni sono da considerarsi di tipo culturale e informativo.